Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 858
COMISO - 07/09/2012
Politica - Appello del sindaco a tutti i consiglieri

Passa in consiglio ipotesi di bilancio riequilibrato 2011

Via libera pure al pluriennale 2012/13

Passa in consiglio comunale l’ipotesi di bilancio riequilibrato 2011 ed il pluriennale 2012/13. Con 8 voti favorevoli (Pdl e Udc) 3 assenti durante il voto ( Urso e Montevergine del Pd, Cottonaro di Progresso Sud ) e 6 astenuti di cui 5 del Pd e Puglisi della Lista LaTorre , l’atto finanziario necessario per legge, è passato.

Il sindaco Giuseppe Alfano, dopo la relazione dell’assessore alle finanze, Dante Ditrapani, e gli interventi di Pasquale Puglisi ( LaTorre) e Salvo Zago (Pd) ha lanciato un appello a tutto il consiglio comunale : « Vi chiedo un atto di orgoglio affinchè questo atto venga votato e se possibile all’unanimità, per cominciare da domani stesso il risanamento del comune». Alfano, si è impegnato a portare in consiglio nel giro di poche settimane il bilancio preventivo del 2012 rispettando i termini di legge, come si è impegnato a coinvolgere il consiglio comunale nelle future decisioni politico/amministrative che riguardano la città.

All’approvazione dell’ipotesi di bilancio riequilibrato che dovrà essere inviata subito al Ministero degli interni, il consiglio è pervenuto non senza un lungo ed approfondito dibattito dal quale è emersa la contrarietà dei consiglieri di opposizione all’operato dell’amministrazione in questi quattro anni e mezzo. Tuttavia, come spiegato sia dal consigliere Pasquale Puglisi e dal capogruppo Pd, Salvo Zago, per senso di responsabilità verso la città, i cittadini ed i dipendenti comunali, i consiglieri dell’ex maggioranza di centro destra sono stati messi in condizione di approvare lo strumento finanziario senza il quale, non solo il comune sarebbe stato diffidato, non solo non si sarebbe potuto avviare il risanamento dell’ente, ma tutto il civico consesso sarebbe stato sciolto. Il passo successivo, sarà la presentazione del bilancio preventivo 2012 dal quale, secondo le dichiarazioni dello stesso sindaco, sarà evidente il lavoro di risanamento dei debiti del comune.