Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1567
COMISO - 05/09/2012
Politica - Nota del vice presidente del consiglio comunale

Comiso e gli allagamenti, se ne accorge solo ora l´Udc

Digiacomo ha comunicato che a breve sarà presentato un documento

Giuseppe Digiacomo vice presidente del consiglio comunale in quota Udc, dopo anni, anzi decenni durante i quali i vari amministratori hanno assistito al gravoso problema delle piogge torrenziali a Comiso, causa anche di numerose vittime (senza mai risolverlo), si è accorto che il problema esiste ed è concreto. Inutile dire che il fenomeno delle piene non è stato risolto nemmeno dalla giunta di centro destra cui l’ Udc fa ancora parte.

Detto ciò, in una nota, Digiacomo ha comunicato che a breve sarà presentato un documento in consiglio comunale affinchè l’assessorato di riferimento «Si attivi con efficacia ed urgenza al fine di prevenire disagi e pericoli che potranno scaturire sul territorio comunale ed in particolare in alcuni quartieri e zone ad alto rischio, dall´arrivo dei temporali autunnali . La città di Comiso per propria distribuzione urbanistica si presta ad eventuali pericoli che possono scaturire dall´arrivo dei temporali autunnali. Tali temporali visto le alte temperature estive potranno assumere forme preoccupanti, ad alto indice di pericolo.

Non dimentichiamoci - prosegue Digiacomo che in città si sono registrati episodi tragici proprio per l´eccesivo accumulo di acque piovane che trasformano alcune vie in torrenti . Quindi si chiede di attivarsi con urgenza ed avviare un controllo specifico e una particolare pulizia dei condotti di deflusso delle acque e delle griglie . Inoltre si chiede di intervenire per ripristinare dove si renda necessario, le condotte di deflusso delle acque ove il fenomeno provoca disagi particolare».

È vero. La città chiede interventi da anni ma il progetto presentato all’incirca negli anni ’80, in cui era previsto un canalone di gronda proprio nella zona più pericolosa, la via Papa Giovanni, pur ripresentato più volte alla regione, non è mai stato finanziato e nessuno ha mai protestato. Con lo stesso candore di chi viene a conoscenza solo ora dei problemi della città, Digiacomo si è accorto pure del fenomeno del randagismo.

Infatti, l´Udc di Comiso ha ritenuto opportuno presentare un ordine del giorno al consiglio comunale con oggetto «il fenomeno allarmante del randagismo in città». «Dopo il documento inviato all´Assessore Amenta un mese fa - spiega il capogruppo Giuseppe Digiacomo- ho ritenuto essenziale riproporre il tema in aula e sottoporlo al dibattito in consiglio comunale per far si che il fenomeno del randagismo venga continuamente attenzionato dall´amministrazione comunale, visto l´appello lanciato da numerosi cittadini» . Ma anche di questo problema la città è a conoscenza da tempo immemore.


giustamente
05/09/2012 | 19.00.38
alex

è apprezzabile l´avere posto l´accento sul fatto che non si salva nessuno....passati e presenti.