Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 977
COMISO - 06/03/2008
Politica - Comiso - "Si avverte la necessità di un rinnovamento nel partito"

Zago escluso dalle liste Pd:
"Non sono un rinnovato"

L’esponente politico di definisce piuttosto un rinnovatore Foto Corrierediragusa.it

L’on Salvatore Zago (nella foto) del Pd dichiara: «Non sono un «rinnovato», escluso dalle liste PD per raggiunti limiti di legislatura, ma un rinnovatore che ha annunciato subito di non volere candidarsi per assicurare il ricambio nella rappresentanza istituzionale del mio partito e della mia provincia».

Il mio impegno e la mia passione politica non mancheranno, seppure in altro ruolo, né nella prossima campagna elettorale né a tutela degli interessi delle popolazioni iblee». Questo quanto compare in apertura della nota di oggi, dell’onorevole Salvo Zago, considerato da tutti, un grande escluso dalle liste per le politiche. Ma Zago, oltre che pienamente convinto delle decisioni al vertice romano del PD, dichiara anche :

«Sarebbe meglio che dal gruppo dirigente del PD regionale venissero informazioni e valutazioni meno burocratiche e inattendibili, riservando il richiamo al rinnovamento a temi ben più seri dello sviluppo siciliano e la grinta propagandistica alla stessa campagna elettorale e al confronto col centrodestra.

Mi fa impressione, infatti, ritrovarmi tra i «rinnovati» nonostante abbia subito affermato, un minuto dopo la fine della legislatura e come ben sanno sia gli elettori della mia provincia che i vertici (?!) del mio partito, che io non avrei presentato la mia ricandidatura.

Avverto la necessità di un ricambio nella rappresentanza del partito e, in esso, della mia provincia non volendo fare da tappo a candidatura già matura come quella del coordinatore provinciale e mio amico Pippo Di Giacomo. Trovo normale che la passione e l’impegno politico si possano esprimere in tanti ruoli senza essere necessariamente parlamentari. Per quanto mi riguarda questa passione e questo impegno non verranno meno né verso il PD né verso la mia comunità, né a sostegno delle liste e dei candidati PD nelle prossime campagne elettorali.

Mi piacerebbe che i «giovani» dirigenti apprezzassero questo comportamento e ne facessero tesoro anziché sproloquiare su liste di cosiddetti rinnovati per raggiunti limiti di legislazioni (che io, fra l’altro, non ho affatto raggiunto né superato) e cercassero finalmente di riconciliarsi con la politica e il buonsenso, dai quali sembrano dissociati.