Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 609
COMISO - 30/05/2012
Politica - Il rappresentante della Lista La Torre incalza l’amministrazione comunale

Puglisi «promemoria» del sindaco Alfano

Elencati tutti gli adempimenti da fare
Foto CorrierediRagusa.it

«Finto risanamento, parole senza fatti»! Pasquale Puglisi (foto), consigliere comunale della lista civica LaTorre, snocciola problemi e ritardi della giunta Alfano nella produzione di atti obbligatori e consequenziali alla dichiarazione di dissesto. «Si avvalora il sospetto – dichiara Puglisi - che quello a cui pensa la Giunta e i suoi sostenitori sia un finto risanamento fatto di parole senza fatti. Dopo le promesse di Alfano, che si dichiara pronto a rimuovere le spese superflue e a rinunciare al suo esperto, dopo che l’intera giunta ha disertato l’aula consiliare al momento di istituire la Commissione per il Risanamento, dalla quale l’assessore Di Trapani si attendeva scelte importanti e condivise, ora il silenzio più «assordante».

Puglisi ha quindi invitato Raffaele Elia, presidente del consiglio comunale, a tenere presente che la giunta dovrebbe ottemperare a non pochi punti. Ad esempio, il consiglio entro il 19 luglio 2012 dovrà approvare l’ipotesi di bilancio riequilibrato riferito, secondo l’interpretazione del ministero dell’interno, all’esercizio finanziario 2011; entro il prossimo 30 giugno 2012 il consiglio comunale dovrà approvare il bilancio di previsione 2012, la relazione revisionale e programmatica, nonché il bilancio pluriennale 2012-2014.

«Entro il 30 aprile 2012 – ha continuato Puglisi - il consiglio avrebbe dovuto approvare (circolare assessoriale di diffida) il rendiconto di gestione dell’anno 2011. La Giunta deve ancora dimostrare, in mancanza di bilancio di previsione, di avere gestito per il 2011 il Comune nel rispetto dei limiti e dei vincoli imposti per legge dalla gestione provvisoria».

l consigliere de LaTorre, ha chiesto anche che vengano messi a disposizione di tutti i consiglieri alcuni atti ai quali la giunta avrebbe dovuto già provvedere: una mappa completa di tutti i servizi (distinti per categoria: indispensabili, non obbligatori per legge, a domanda individuale, etc.) erogati dal Comune e il piano economico relativo a ciascuno di essi. L’elenco ad oggi dei debiti fuori bilancio che non rientrano nella massa passiva di competenza della commissione di liquidazione. L’elenco dei residui (attivi e passivi) formatisi a decorrere dal 1° gennaio 2011 ad oggi.