Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 526
COMISO - 27/05/2012
Politica - Durante un comizio in piazza Fonte Diana il segretario stronca le dicerie

A Comiso è campagna elettorale, Bellassai non si candida

Un segretario sorprendente: «Il Pd faccia un passo indietro davanti a nomi «noti» e si apra a nuove forze, alla città ed ai cittadini che vogliono mettersi in gioco
Foto CorrierediRagusa.it

Durante il comizio in piazza Fonte Diana Gigi Bellassai (foto) ha lanciato una linea politica che forse la città non si aspettava. Di fatto, il segretario del Pd ha sgombrato il campo dalle voci insistenti su di una sua candidatura per le amministrative del 2013, spiegando a chiare lettere che la gente non vuole più i «soliti noti».

«Un partito serio – ha spiegato Bellassai – deve cogliere le istanze del territorio. In un partito serio la classe dirigente deve capire quando fare un passo indietro e guardare alle forze esterne, ai cittadini, uomini e donne, che vogliono mettersi in gioco e portare linfa nuova alla politica, idee e progetti. In un partito serio – ha concluso Bellassai – si deve operare per l’unità interna andando oltre le aspettative personali e ricercando punti comuni ed unitari».

Tra le righe, ma non tanto, Gigi Bellassai ha giocato a carte scoperte facendo capire che vuole evitare conflitti interni fra ipotetici candidati dello stesso partito. Inoltre, ha anche confermato che i cittadini vogliono nomi e volti che non siano più riconducibili alla politica passata e che le rendite di posizione non sono più tollerate dagli elettori. Sebbene a sorpresa, le molte persone presenti hanno apprezzato tali dichiarazioni, con un lungo applauso.


Mi inchino al Sig. Criticone
30/05/2012 | 15.02.08
Davide Nicaso

"Le persone oneste non si pongono in politica, dal momento che hanno da difendere i loro onesti principi da chi sicuramente li attaccherà con mezzi illeciti."

Parole più vere non si potevano scrivere, le stringo la mano Sig. Criticone, ce ne vorrebbero a decine di criticoni come lei perché possa cambiare qualcosa in meglio.

Finché in Italia si continuerà a considerare la politica una professione o, peggio, uno status symbol, non si potrà mai pensare di poter migliorare..
Ci sono nazioni, fuori dall´Europa naturalmente.., dove fare politica significa mettere a disposizione un periodo limitato della propria vita per il bene e l´interesse della comunità. Professionisti che rinunciano al loro guadagno nettamente maggiore per il bene della loro comunità (a fare il politico si guadagna nettamente di meno!), e tutta la fama che acquisiscono durante il periodo in cui operano nell´amministrazione pubblica gli ritorna quando, scaduto il mandato, ritornano a svolgere la loro professione.
Pura fantascienza per l´Italia...


Ambivalenze
28/05/2012 | 11.14.40
Il Criticone

Caro Sig. Alberto, guardi che quello che ho detto, vale anche per il centro destra, la sinistra estrema, la destra estrema, insomma per tutti. Occorrerebbe che fossero i cittadini a esprimersi riunendosi in liste civiche; ma ritengo che questo non è che utopia. Le persone oneste non si pongono in politica, dal momento che hanno da difendere i loro onesti principi da chi sicuramente li attaccherà con mezzi illeciti.


si si vedrai vedrai.....
28/05/2012 | 9.28.53
alberto

ma perchè avete tutta questa preoccupazione su eventuali candidati del centro sinistra? pensate davvero che demonizzando il pd con annessi e connessi, raschierete qualche voto per il centro destra? e i nomi del pdl quali dovrebbero essere? o alle amministrative correrà solo il centro sinistra?


i registi
28/05/2012 | 7.12.00
Il Criticone

Vedrai, caro Davide, che i suggeritori e la regia saranno sempre gli stessi.


Volti nuovi o pupi?
27/05/2012 | 22.21.20
Davide Nicaso

L´importante che i volti nuovi di cui avrebbe bisogno Comiso non siano dei prestanome...