Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1111
COMISO - 24/02/2008
Politica - Comiso - Il Pdl vorrebbe Mpa come alleato

Alfano corteggia Digiacomo?
Finora nessun invito ufficiale

La situazione dovrebbe chiarirsi nelle prossime ore Foto Corrierediragusa.it

« Non sono a conoscenza di alcun invito di Giuseppe Alfano (nella foto) « . Esordisce così Antonello Digiacomo, candidato a sindaco per MPA, a Comiso. La cosa risale a qualche giorno fa, quando durante la sua presentazione ufficiale, Alfano come candidato di tutta la ex CDL di Comiso, aveva rivolto l’invito al MPA, di coalizzarsi con il centro destra, come collocazione naturale e per la condivisione di molti punti del programma. Il candidato MPA, ha invece risposto picche.

Innanzitutto, ha dichiarato di non essere a conoscenza di qualche invito formale da parte di Alfano e quindi del Pdl, poi ancora più causticamente ha dichiarato : « mi stranisce la richiesta di Alfano ed ancor più la sua dichiarazione su di una eventuale condivisione di alcuni punti programmatici. C’è molta differenza nel programma del MPA, rispetto a quello della ex CDl. Il primo tra tutti la tutela del nosocomio di Comiso, l’ospedale Regina Margherita.

Alfano sa bene di non potere includere nel suo programma questo punto, poiché se si parla di chiusura o depauperamento del Regina Margherita, lo si deve proprio alla classe dirigente politica che Alfano stesso rappresenta.» Poi, ha concluso: « se il candidato del PDL di Comiso, prenderà le distanze dalla sua rappresentanza politica provinciale, e comincerà a discutere seriamente sull’ospedale di Comiso, allora potremo dialogare. Io vado avanti, chi ci vuole stare ci sta".

Intanto interviene anche il neo assessore provinciale dell’ UDC Giovanni Digiacomo, con delega al bilancio, sviluppo economico e politiche comunitarie, che accoglie con notevole soddisfazione la notizia dell’accordo tra MPA e PDL, compreso UDC, per la corsa alle regionali che, in questo caso vede come candidato unico per il centro destra, Raffaele Lombardo.

Digiacomo ha infatti dichiarato: « mi auspicavo già da tempo che questo accordo si facesse, poiché reputo che sia la vera strada maestra per potere sfidare la candidata del PD, la senatrice Finocchiaro e tutta la sua coalizione di centro sinistra.

Come pensavo, non avrebbe avuto senso creare delle discrasie e delle diversità di coalizione tra regione e realtà locali. Questo a mio avviso è un segnale forte che rende unito tutto il centro destra e lo rende forte. Del resto l’UDC, ha concluso Giovanni Digiacomo, è un partito in forte crescita che non mancherà di apportare un suo grande contributo, come è giusto che faccia un partito moderato e centrista.»