Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 1067
COMISO - 22/02/2008
Politica - Comiso - La risultanza di un percorso naturale

E´ Domenico Passeretti
il coordinatore cittadino Pd

Il suo vice è Giovanni Occhipinti Foto Corrierediragusa.it

? stato eletto a Comiso, il coordinatore cittadino del Pd. Come già nell’aria, il nome del nuovo coordinatore è quello di Domenico Passeretti (nella foto), ex segretario cittadino dei Ds. Passeretti ha immediatamente nominato il suo vice, Giovanni Occhipinti ( ex margherita) attualmente facente funzione di sindaco a Comiso.

Quella di Passeretti e Occhipinti, è stata la risultanza di un percorso naturale, come lo ha definito il coordinatore provinciale, Pippo Digiacomo, scaturito dal lavoro sinergico di questi dieci anni, tra giunta e partiti di centro sinistra come appunto la margherita. Digiacomo ha più volte ribadito che queste rappresentanze, sono il risultato della decisione di due grossi partiti che hanno scelto di sciogliersi, fondersi, e dare vita ad un partito che sia innanzitutto la voce del popolo.

La votazione ha registrato il consenso unanime del coordinamento che era stato eletto quindici giorni fa e che è composto da 130 membri. Durante la riunione cittadina, Alessandra Nepote, rappresentante della margherita a Pedalino, frazione di Comiso, ha presentato un documento ufficiale, nel quale il circolo della margherita di pedalino, chiedeva che fosse nominata come vice coordinatrice una donna.

La Nepote, ha comunque commesso una gaffe, perché ha parlato di circoli della margherita, quando già dal 14 di ottobre, DS e Margherita, nei fatti non esistono più. Davanti a tale richiesta, l’ onorevole salvo Zago è intervenuto, chiarendo che non è una discriminante il non avere inserito delle donne a capo del coordinamento cittadino, anche perché già in tempi non sospetti, proprio i DS, hanno dato molto spazio alla componente femminile come, ad esempio, l’attuale responsabile della camera del lavoro, o la ex segretaria della più grossa sezione ipparina dei DS, la Pio Latorre.

Non ha mancato di citare la candidata alla regione, la senatrice Finocchiaro, e la candidata alle passate regionali, l’onorevole Rita Borsellino. Piuttosto, ha spiegato Zago, è scontato, in questo momento, dare continuità politica a causa delle tornate elettorali che sono già in atto e che non lasciano, attualmente spazio ad esperimenti che potranno invece essere fatti in un futuro prossimo.

Il documento della Nepote, non è stato votato all’unanimità. La cosa comunque ha lasciato qualche perplessità all’interno di tutto la componente del partito democratico, compresa l’ex margherita, che non si spiega come mai la Nipote, non abbia ancora capito che la margherita, quindi i rispettivi circoli, non esistono più.