Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 714
COMISO - 12/02/2008
Politica - Comiso - La reggenza passa al vice sindaco Occhipinti

E´ finita l´era Digiacomo:
il sindaco si è dimesso

"Ovunque deciderete di mandarmi in futuro, ce l’ho messa tutta» Foto Corrierediragusa.it

«Non c’è un solo sindaco che, alla fine del suo mandato, possa dire di avere risolto tutti i problemi della sua città. Posso dire solo di avercela messa tutta.» Queste le parole espresse con molta commozione dal Sindaco di Comiso Giuseppe DiGiacomo, durante la conferenza stampa organizzata per ufficializzare le sue dimissioni (nella foto).

«Ovunque deciderete di mandarmi in futuro, io dirò sempre la stessa cosa: ce l’ho messa tutta». Poi, dopo alcuni secondi di silenzio, ha continuato: « è stato un onore per me, essere a vostro servizio ed a servizio della città» . si conclude dunque una lunga storia durata dieci anni e costellata di grandi e meno grandi lavori effettuati per migliorare la città, la qualità dei servizi, e per incentivare lo sviluppo economico.

DiGiacomo, ha fatto un breve ma incisivo excursus dei suoi 10 da sindaco, e con molta onestà intellettuale, cosa che lo ha contraddistinto in questi anni, ha anche chiesto scusa per tutto ciò che non è arrivato a fare, o per tutto ciò che non ha fatto bene come voleva. Poi, un lungo applauso nella sala gremita di persone. Infatti, la conferenza stampa era stata convocata presso l’aula consiliare, ma all’ultimo minuto, vista la grandissima partecipazione di amici, amici di partito, cittadini, e tantissimi altri, è stata spostata nel salone del centro servizi culturali del comune di comiso.

Accanto a lui, la giunta tutta, lo staff che gli è stato accanto dall’inizio, e l’onorevole Salvo Zago, che ha lavorato con Digiacomo, dal 1982 quando il sindaco di Comiso era lui e Digiacomo aveva la delega assessoriale alla cultura. Secondo quanto dichiarato da Digiacomo oggi, non ci sono progetti ben precisi all’orizzonte, ma sicuramente ci sono progetti senza i quali, a suo dire, non si può pensare di vivere. La reggenza passa al vice sindaco, Giovanni Occhipinti, che amministrerà la città, fino alla nomina del commissario straordinario.