Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 642
COMISO - 04/12/2011
Politica - Il sindaco non ha nessuna intenzione di farsi da parte

Comiso vicino al dissesto finanziario ma il sindaco Alfano dice chiaro: "Non mi dimetto"

«Non ho alcun attaccamento alla poltrona, ne ho altre più comode ed ho sempre vissuto del mio, a differenza di altri che chiedono le mie dimissioni. Ciò mi ha permesso di essere un uomo libero e un politico serio»
Foto CorrierediRagusa.it

Il sindaco Giuseppe Alfano (foto) non si dimette. «Non ho alcun attaccamento alla poltrona, ne ho altre più comode ed ho sempre vissuto del mio, a differenza di altri che chiedono le mie dimissioni. Ciò mi ha permesso di essere un uomo libero e un politico serio».

In una lunga nota il sindaco di Comiso replica alle numerose richieste delle opposizioni che ne chiedono invece le dimissioni.

«Ritengo opportuno – spiega Alfano- chiarire alla città e all´opinione pubblica il perchè di questa loro posizione e le ragioni per le quali non mi dimetto. Ho la contezza che questi oppositori demagogici e incompetenti hanno cominciato a comprendere che esiste la rinata possibilità del sindaco e della Giunta attualmente in carica di poter voltare pagina e iniziare ad amministrare serenamente e quindi poter dare le giuste risposte alle esigenze della città.

E´ chiaro a tutti, anche all´opposizione, che la mia sindacatura rinata a nuova vita con l´aeroporto ormai pronto a decollare, un Prg già completo e pronto anch´esso ad essere esaminato nei prossimi mesi dal Consiglio comunale, una raccolta differenziata che migliora mese dopo mese, una lunga serie di opere pubbliche iniziate e in fase di realizzazione, la risistemazione della viabilità urbana, il nuovo cimitero di Pedalino, la bonifica dell´ex discarica comunale di Cozzo d´Apollo già finanziata, per non parlare della riqualificazione del Parco dell´Ippari e dell´avvenuta storica stabilizzazione di 180 precari, insieme all´ordinaria amministrazione che tornerà più serena perchè non appesantita da commissariamenti e decreti ingiuntivi, non potrà che far riacquistare fiducia nell´Amministrazione Alfano e rendere coscienti i cittadini che non è colpa nostra se oggi ci troviamo in questa situazione ma essa trova le sue radici nella sciagurata gestione dell´Amministrazione che ci ha preceduti.

Questo è il loro intento: evitare di dare il tempo alla gente di aprire gli occhi e conoscere fino in fondo le responsabilità di chi oggi è all´opposizione. Non è mia intenzione, pertanto, abbandonare la nave proprio quando ha bisogno di una guida sicura e responsabile, convinto e cosciente di non avere responsabilità sugli ultimi eventi, ed avendo la serenità d´animo di chi in tutti i modi ha tentato di evitare il dissesto finanziario, procedura sulla quale credo ci sia molta confusione e ignoranza anche tra i miei oppositori. Qualunque sarà il modo che permetterà al Comune di uscire dall´attuale situazione di criticità (erogazione di fondi straordinari da parte dello Stato o da parte della Regione, ovvero dichiarazione di dissesto) i vantaggi che la città otterrà d´ora in avanti saranno ben maggiori rispetto alle iniziali difficoltà».


...mai più...
04/12/2011 | 21.59.46
Comisano

non ho capito, mai più, il senso ultimo della tua risposta.
Chiedo perdono, sarò forse non in grado di leggere tra le tue righe però devo insistere:
1) non ho mai detto che gli accertamenti li avrebbe fatti il commissario
2) li farà la corte dei conti, ok, anzi perfetto, e li farà se dissesto sarà, perchè in quel caso non vedo il senso del tuo "SE" arriveranno tutte le carte contabili...mi sembra obbligata la trasmissione delle carte...
3) mi dispiace che tra le tue parole si nasconde palese la volontà di non voler condannare i colpevoli...!

Ma perchè non la finiamo con queste parole che portano solo a nascondere e far passare per inezie, s*******aggini, gli scempi e gli sperperi esperiti che ci hanno portato dove siamo!


viaggiare informati....
04/12/2011 | 19.45.56
il mio nome è mai più

comisano, ma quando mai si è detto che un commissario faccia accertamenti? ma vi volete informare prima di ripetere a pappagallo quello che vi imbeccano? gli accertamenti li farà la corte dei conti, quando e se arriveranno tutte le carte contabili.


DISSESTO Sì/No
04/12/2011 | 19.13.44
Comisano

Mi ripeto nel commento che ho già fatto su un altro articolo, di certo il dissesto non è qualcosa di cui andar fieri e festeggiare PERO´...
...però la situazione che noi comisani stiamo già vivendo non è certo delle migliori e non sò quanto potrà realmente e praticamente ulteriormente peggiorare;
...però con il dissesto sarà automatica un´indagine per l´accertamento delle relative responsabilità e, le conseguenze per i colpevoli mi sembrano l´unica vera motivazione per cui oggi "qualcuno" continua a lottare contro tale dissesto nascondendo la reale volontà di evitare di "essere giudicati" con una ipocritamente nobile volontà di "evitare conseguenze drammatiche" per i comisani!
Cos´è, mangeremo pane e cipolla? Io ci starei pure pur di vedere pagare CHI ORA DEVE PAGARE!!!


bella trovata !!!!!!!!!!
04/12/2011 | 18.17.36
la vispa teresa

ma che ingenui tutti i sindaci che non dichiarano dissesto! ma forse sono disinformati, non sanno che la dichiarazione di dissesto è un vaso di pandora, un´ancora di salvezza per la città.....e come sono sprovveduti a non chiedere alla regione ed allo stato di sanare tutti i debiti, con erogazioni straordinare!

spasiamo per vedere tutti gli enormi benefici di questo dissesto! che già la parola di suo, non è che sia proprio confortante...però, vogliamo crederti sindaco Alfano.