Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1119
COMISO - 03/04/2011
Politica - Comiso: l’esponente della lista La Torre s’è rivolto all’assessorato regionale

Puglisi sottolinea i «ritardi» della giunta Alfano

Relazione annuale e consegna della struttura aeroportuale alla Soaco, le denunce dell’ex alleato del sindaco Foto Corrierediragusa.it

A quando la relazione annuale sull’attività amministrativa? Pasquale Puglisi (foto)scrive all’assessorato regionale delle Autonomie locali e delle funzioni pubbliche per denunciare il notevole ritardo. Al secondo sollecito inviato dal consigliere della lista la Torre, non c’è ancora stata alcuna risposta da parte del sindaco Alfano. «In data 24-01-2011 – dichiara Puglisi - in qualità di consigliere comunale di Comiso, sollecitavo il sindaco a presentare le relazioni annuali relative al periodo luglio 2009 – giugno 2010. Ad oggi, però, delle relazioni non si ha notizia, mentre il presidente del consiglio ha rinviato, sine die, la discussione in aula della stessa relazione, malgrado fosse stata concordata fra tutti i capigruppo per il giorno 29- 03-2011».

Per Puglisi, i ritardi e la lentezza amministrativa si stanno ripercuotendo su tanti altri problemi di grossa portata. «Dell’apertura dell’aeroporto- continua il consigliere - da un anno data per imminente, nessuno ha più sentito parlare. Non si parla neanche della consegna della struttura alla So.A.Co. La difesa dell’ospedale è affidata a qualche comunicato di facciata e alle lungaggini che smorzano qualsiasi iniziativa: due mesi trascorsi per convocare, il 28 febbraio, il consiglio comunale sullo spinoso problema; quasi un mese per poter incontrare, il 21 marzo, il direttore generale dell’Asp e rappresentare la pressanti richieste del consiglio; ora, che ci sarebbe da sfruttare un emendamento al piano sanitario regionale 2010-13, proposto dall’on. Digiacomo e approvato dalla VI commissione dell’Ars, per pretendere un impegno concreto della direzione generale dell’Asp e salvare il pronto soccorso dell’ ospedale di Comiso, il presidente del consiglio si trastulla, perde tempo, prima di riunire la conferenza dei capigruppo che dovrà stabilire la data di convocazione del consiglio. Sulla mobilitazione generale chiesta in difesa dell’ospedale: silenzio! Meglio parlar d’altro»!

Solo qualche mese fa, il sindaco Alfano durante una seduta del consiglio comunale, aveva preso l’impegno di rispettare i punti programmatici siglati in campagna elettorale anche dal consigliere Puglisi, dichiarando: «Consigliere ben tornato nella maggioranza». Ma a quanto pare Pasquale Puglisi non ha mostrato fin’ora di averne intenzione. Accusato di essere passato all’opposizione assieme al Pd, Puglisi ha spiegato che questa sua presa di distanza dall’amministrazione che pure aveva sostenuto contribuendone alla vittoria, è perfettamente coerente con ciò che a suo tempo è stato proposto alla città. « Mi alleerei anche col diavolo – ha dichiarato Puglisi – se questo dovesse servire al bene della città ed al rispetto del programma siglato in campagna elettorale».