Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:31 - Lettori online 1353
COMISO - 21/01/2011
Politica - Comiso: "rigore", la parola d’ordine del nuovo assessore al Bilancio

Ditrapani stringe la cinghia: «Basta spese inutili"

Sconfessata la linea «spendacciona» del precedente assessorato al Bilancio. Secondo Pasquale Puglisi erano stati impegnati un milione e mezzo di euro a «scatola chiusa»
Foto CorrierediRagusa.it

Più programmazione, meno sprechi. Sarà rivoluzione nel sistema dei contributi alle associazioni. Sono i buoni propositi del neo assessore al Bilancio, Dante Ditrapani (nella foto). Tale decisone lascia intuire che le denunce fatte nel tempo dal consigliere di maggioranza, Pasquale Puglisi avessero un concreto fondamento. Più volte, infatti, negli ultimi mesi, Puglisi aveva additato l’ex assessore al Bilancio di avere impegnato qualcosa come un milione e mezzo di euro in contributi e patrocinii inutili. Ditrapani ha infatti spiegato: «Mai più contributi a «scatola chiusa», bensì solo per le iniziative presentate per tempo e ritenute efficaci ed efficienti».

Altra novità annunciata dal neo assessore è che al Comune di Comiso si stringono i tempi per l’approvazione di un bando sui contributi. «Abbiamo il dovere – continua Ditrapani - di programmare l’azione amministrativa sulla base delle vere priorità dell’Ente. Se ci trovassimo in un periodo di vacche grasse, non avremmo difficoltà a contribuire a qualsiasi iniziativa ci venga proposta dalle associazioni casmenee. Ma, purtroppo il momento che vivono gli enti locali ci porta ad una assunzione di responsabilità nei confronti dei cittadini. Per questo, probabilmente già la prossima settimana, il Comune di Comiso sarà dotato, per la prima volta nella sua storia, di uno strumento in grado di farci transitare dal sistema del «contributo a pioggia» a quello del «contributo ragionato».

Tutte le richieste di contributi saranno monitorati e valutati. «Stiamo lavorando - prosegue l’assessore - ad un bando riguardante tutte le richieste di contributo economico che pervengono da associazioni operanti nei settori della cultura, dello spettacolo, del turismo e dello sviluppo economico. Con l’imminente approvazione del bando sui contributi, perseguiremo due obiettivi: il primo, quello di vagliare, ad inizio anno, l’opportunità di contribuire alle attività che ci verranno proposte; il secondo, quello di spendere meno, meglio e farlo entro un budget definito».