Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 525
COMISO - 10/12/2010
Politica - Comiso: mancano poche ore alla definizione della nuova giunta

Trattative per le deleghe agli assessori, Assenza è in giunta

I deputati Ragusa, Minardo e Leontini al lavoro per dirimere le controversie. Cugnata respinge l’invito: «E’ tardivo». Giorgio Assenza media per l’unità delle componenti
Foto CorrierediRagusa.it

Sta per scoccare l’ora « X «. Questione di ore e dovrebbe essere sciolto il nodo degli assessori Udc nella giunta Alfano. La prima convocazione della nuova giunta non ha visto la presenza dei due udicini Roberto Cassibba e Salvatore Schirmo, attualmente «congelati», in attesa che tutto il partito si pronunci su un loro eventuale ritiro dall’ amministrazione.

Come previsto dalla legge, i consiglieri scelti a ricoprire la carica assessoriale hanno 9 giorni di tempo per decidere se accettare o rifiutare il mandato, restando però consiglieri comunali. È il caso di Cassibba che dovrebbe prendere questa difficile decisione in accordo con il suo partito. Nel pomeriggio, infatti, si è tenuta a Ragusa una riunione fiume di cui ancora non si conoscono gli esiti. Il deputato regionale dell’ Udc Orazio Ragusa ha dichiarato che spera in un riequilibrio del centro destra nella giunta comisana. Solo a queste condizioni, anche gli assessori udicini ne farebbero parte.

Ottimista Nino Minardo che già nello scorso fine settimana aveva dichiarato che Pdl e Udc avrebbero dialogato per raggiungere questo obbiettivo. Ma se con il Pdl la partita sembra definitivamente chiusa, con l’Udc è ancora tutto da verificare. In questa prima convocazione di giunta, ancora monca, ha preso parte anche il quinto degli assessori designati da Alfano, Michele Assenza (nella foto), che nel giorno dell’insediamento della nuova giunta non era presente per motivi di lavoro. Confermata dunque anche la sua partecipazione che fino a ieri era ancora in discussione.

Anche l’ex assessore Giancarlo Cugnata, con tutto il suo gruppo di consiglieri di circoscrizione ormai «indipendenti», ha inviato una nota nella quale comunica che non sarà presente all’assemblea plenaria cittadina convocata dal direttivo Pdl di Comiso. Nella nota, si legge: «L’invito che abbiamo ricevuto per partecipare alla prossima riunione del Pdl di Comiso arriva tardi. Questo confronto doveva consumarsi prima dell’azzeramento della giunta, in maniera partecipato ed allargato all’intera coalizione che ha sostenuto il sindaco di Comiso. Solo così si sarebbe fugato ogni dubbio sulla spartizione di poltrone alla quale invece abbiamo dovuto assistere, che avevamo peraltro annunciato, ovvero il perpetrarsi di una gestione personalistica e familiare. Noi non ci stiamo».

Non si è arreso però il vice coordinatore provinciale del Pdl, Giorgio Assenza, che ha ribadito in un’altra nota, l’importanza della presenza di tutti. «Auspico – ha dichiarato Assenza - la presenza di tutti i consiglieri comunali e dei due coordinatori provinciali Innocenzo Leontini e Nino Minardo, nostri rappresentanti al Parlamento regionale e nazionale».