Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1170
COMISO - 13/10/2010
Politica - Comiso: sessanta comisani condividono il progetto del governatore pugliese

La «Fabbrica» di Vendola pesca nell´area della sinistra

Fra i simpatizzanti tanti Pd (Gaetano Gaglio, Marco Salafia e Biagio Guastella), Sel e Verdi. Digiacomo richiama all’obbligo dell’appartenza
Foto CorrierediRagusa.it

Gli «operai» della fabbrica di Nichi, pronti per andare a Palermo ad accogliere il loro leader Nichi Vendola. I giovani sostenitori comisani si sono già messi all’opera da qualche settimana, con incontri, riunioni e grandi progetti. Saranno circa in 60 alla volta di Palermo, a dare sostegno a Vendola che pare abbia deciso di svuotare gli altri partiti di sinistra.

Il gruppo dei comisani, è abbastanza corposo. Tra i fondatori della fabbrica (nella foto), Biagio Guastella, dei Giovani Democratici e dirigente Pd, Gaetano Gaglio, dirigente del Pd, Marco Salafia, consigliere comunale del Partito Democratico, Elio Pace (Sel), Filippo Dicara (Verdi ora Sel) e tanti altri giovani già iscritti all’organismo giovanile del Pd.

I sostenitori di Vendola hanno dichiarato che la partecipazione a questo movimento, che non è un partito, non è assolutamente contrapposta al Pd o ad altri partiti di sinistra ma, al contrario, è una ritrovata passione per le tematiche politiche che Vendola sta diffondendo in tutta Italia.

Un po’ meno entusiasta di questa scelta, l’ onorevole Pippo Digiacomo che, in una recente intervista ha dichiarato di vedere di buon occhio l’azione politica di Vendola, ammonendo però chi è iscritto ad un partito, qualora vi fossero le primarie, a rispettare l’obbligo politico di sostenere il candidato del proprio partito.