Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:00 - Lettori online 1519
CHIARAMONTE GULFI - 11/08/2014
Politica - I consiglieri respingono le accuse

Chiaramonte, estate sottotono: perchè?

Calendario scarno se non addirittura inesistente Foto Corrierediragusa.it

"Respingiamo le accuse, se il bilancio non è stato approvato non è colpa dell´opposizione", così dichiara il consigliere comunale Antonella Occhipinti per fare chiarezza sulla mancanza di un programma estivo. Infatti, quest´anno, dopo tanti anni di manifestazioni a iosa, il calendario degli eventi è alquanto scarno, per non dire quasi inesistente. E a questo punto, vuoi per le critiche che ne sono seguite da parte di chi gestisce una qualche attività commerciale, vuoi per l’incredulità dei tanti residenti e vacanzieri e sono tanti che la sera non hanno nulla da fare, inizia il balletto delle responsabilità. Negli ambienti vicini all’Amministrazione e nelle parole di un assessore comunale la non programmazione di un calendario di manifestazioni è da addebitare alla scelta poco opportuna della maggioranza dei consiglieri di non aver approvato il conto consuntivo del 2013. Ciò a determinato, stando alle loro parole, la non possibilità di portare in consiglio comunale il bilancio di previsione del 2014 e quindi, niente soldi per le manifestazioni estive. Ma a tali accuse, ritenute strumentali e prive di ogni fondamento giuridico, non ci sta l’intero fronte dell’opposizione.

Nel corso della conferenza stampa che si è tenuta in Comune, alla presenza del Presidente del Consiglio Paolo Battaglia, dei consiglieri Antonella Occhipinti, Cristina Terlato e Vito Alescio si è inteso smentire ad alta voce quanto è stato detto ai cittadini sulla mancanza di un programma estivo. I consiglieri hanno chiarito che in base all´art 172 del D.LGS 267/2000 successive modifiche e integrazioni, al bilancio di previsione va allegato il rendiconto deliberato dal penultimo esercizio antecedente quello cui si riferisce il bilancio di previsione. In questo caso il consuntivo del 2012, regolarmente approvato a suo tempo, dal consiglio comunale. Quindi il consutivo del 2013 non ha inciso in nessun modo sulla non definizione del preventivo di quest´anno.

"Registriamo -stando alle parole del presidente Paolo Battaglia- un modo di amministrare inadeguato. Affidare ad associazioni esterne, eventi di grande rilievo per il comune di Chiaramonte Gulfi come il Gran Galà di Ferragosto o far saltare appuntamenti storici per il comune come la Monti Iblei, evidenziano l´incompetenza di chi amministra questo paese".

L´auspicio dell´opposizione è che si possa tornare a dialogare per un maggiore sviluppo del paese ed evitare questa contrapposizione che genera solo problemi all´intera comunità. Chiarito ora come sono andate le cose, resta solo l´amaro in bocca per aver perso un´altra occasione di promozione di questa cittadina.