Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1053
CHIARAMONTE GULFI - 18/10/2013
Politica - Le accuse dei due consiglieri comunali Antonella Occhipinti e Dario Cutello

Duro affondo del Pd al vice sindaco Laura Turcis

Gli esponenti del Pd sostengono che la Turcis, quale assessore al personale, è "latitante, mostrando di fatto la propria palese incompetenza"

Il Partito Democratico con i due consiglieri comunali, Antonella Occhipinti e Dario Cutello, non si sono risparmiati in accuse nei confronti del Vice Sindaco e Assessore alla Pubblica Istruzione, Laura Turcis. Primo attacco: il Consiglio comunale attende da quasi un anno di esprimersi «sul regolamento per l’assegnazione dei contributi agli studenti universitari, nonostante tale bozza di regolamento sia stata oggetto di una conferenza dei capigruppo che hanno in larga parte condiviso la proposta, apportando delle modifiche a favore degli studenti appartenenti alle fasce più deboli. Appare incomprensibile il motivo per cui, ancora oggi, ad anno accademico iniziato, di questo regolamento, continuano i due consiglieri, non ci sia neanche l’ombra. Circostanza gravissima se consideriamo i disagi economici in cui versano le famiglie, avendo ben chiaro che anche il modesto contributo destinato agli studenti beneficiari sarebbe stato utile per poter pagare la prima rata delle tasse universitarie in scadenza ad ottobre».

Con il secondo attacco Occhipinti e Cutello affermano che la Turcis, quale assessore al personale, è «latitante, mostrando di fatto la propria palese incompetenza. Basti pensare che ad oggi non è stato costituito e di conseguenza ripartito il fondo per le politiche del personale (attività già svolte) e che la struttura risulta priva del contratto integrativo aziendale scaduto il 31 dicembre 2012, la cui mancanza, di fatto, provoca il blocco di diversi istituti contrattuali relativi alle unità di personale e quindi il verificarsi di ritardi nei pagamenti degli emolumenti agli stessi».

L’analisi del Pd è rivolta anche allo stato «di conflittualità tra e con il personale, il cui risultato non è altro che l’ingessatura e il malfunzionamento della macchina amministrativa oltre che il ricorso a continue azioni giudiziarie ed a conseguenti aggravi di costi per l’ente».

Per ultimo i due consiglieri del Pd affermano che «queste politiche sbagliate, cosa ancora peggiore, si ripercuotono sul versante dei servizi alla persona. A distanza di un mese dall’inizio dell’attività scolastica, infatti, per un rimbalzo di competenze, le strutture scolastiche risultano prive degli assistenti igienico-sanitari, servizio a carico del Comune con la passata amministrazione. Che gli enti locali stiano facendo i conti, a causa di tagli ai trasferimenti sia a livello nazionale, sia a livello regionale, con un brutto momento, lo sappiamo. Tuttavia, per le questioni che in questa fase denunciamo, nessuna giustificazione in tal senso, a nostro avviso, può essere data. Occorre mettersi a lavoro con umiltà, con spirito di servizio, cercando di acquisire competenza nel rispetto della città e senza arroganza che, il più delle volte, è frutto di ignoranza amministrativa».

Un affondo senza pari che dimostra quanto sia effervescente la politica locale e che non potrà che provocare altri contraccolpi.