Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1307
CHIARAMONTE GULFI - 14/10/2010
Politica - Chiaramonte Gulfi: l’unica novità di rilievo dell’ultima seduta del consiglio comunale

Chiaramonte Gulfi: si dimette il consigliere Paolo Divita

La notizia si è appresa in corso di seduta, quando il Presidente del consesso, Mario Bentivegna, ha letto la scarna comunicazione

Politicamente la nota più di rilievo di quest’ultima seduta del Consiglio comunale sono state le dimissioni del consigliere Paolo Divita, eletto nella lista civica «Chiaramonte che Rinasce», capeggiata dall’on Sebastiano Gurrieri. La notizia si è appresa in corso di seduta, quando il Presidente del consesso, Mario Bentivegna, ha letto la scarna comunicazione, con la quale il Divita ha comunicato le sue intenzioni per motivi personali. Nessuno dei consiglieri presenti in aula ha commentato la cosa, anzi, sbrigativamente si è passati alla sua surroga con il primo dei non eletti, Giovanni Morreale.

Un avvicendamento che non cambia nulla, giacché Morreale farà parte del gruppetto di tre consiglieri che s’identifica nel gruppo «Chiaramonte che Rinasce». Una volta insediato il neo consigliare ha ringraziato il Consiglio per la cordialità con cui è stato accolto e il suo compagno di lista, Paolo Divita per il lavoro svolto in questi anni. Dopo una serie d’interrogazioni a risposta immediata il Consiglio quasi all’unanimità (si è astenuto solo il nuovo entrato) ha deciso, accogliendo la proposta del capogruppo Paolo Battaglia della lista «Nicastro Sindaco», di rinviare ogni decisione a una prossima seduta per quanto riguarda le direttive da impartire ai tecnici che dovranno rielaborare il Piano Regolatore Generale, già scaduto.

Tale decisione, stando anche al commento di Mario Giudice, permetterà di meglio valutare la proposta di deliberazione. I consiglieri hanno poi deciso, accogliendo la richiesta di Salvatore Vargetto di anticipare la votazione a scrutinio segreto per eleggere il nuovo presidente dei Revisori dei Conti, in sostituzione di Filippo Guardabasso, morto prematuramante questa estate. Il nuovo presidente dell’organo di revisione contabile è Raffaele Gurrieri che ha ottenuto undici voti si quindici.

Tre sono andati a Gaetano D’Erba e uno a Giovanni Pagano. Per quanto riguarda le variazioni di bilancio, il Consiglio, con sette voti a favore (tutto il gruppo del Sindaco Nicastro) e otto astenuti, ha fatto propria la proposta presentata dall’Amministrazione comunale. Stesso consenso ha ottenuta la mozione d’ordine presentata da Gianni Rizza, con la quale si è impegnata l’Amministrazione a prevedere le somme necessarie per rifare la copertura del Palazzetto dello Sport. L’astensione così massiccia dei consiglieri che non si ritrovano nelle stesse posizioni del Sindaco Nicastro è stata spiegata da Vito Sanzone ed è frutto della consapevolezza che la responsabilità in materia di bilanci e di variazioni è solo in capo alla maggioranza.

Alla fine di questa seduta il Consiglio all’unanimità ha approvato un ordine del giorno, presentato dall’Assessore alla Pubblica istruzione, Vito Marletta, con il quale si chiedono dei correttivi alla riforma della scuola, avendo anche presente i gravi problemi occupazionali che ha prodotto.