Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 833
ACATE - 10/03/2015
Politica - A distanza di due anni polemiche spente in via definitiva?

Amministrative regolari ad Acate

E’ stato giudicato inammissibile e infondato il ricorso che tendeva ad annullare le elezioni del 2013 Foto Corrierediragusa.it

Sono regolari le elezioni amministrative del Comune di Acate svoltesi il 9 e 10 giugno del 2013. Dopo il Tar Catania, che si era pronunciato in primo grado dichiarando «inammissibile» il ricorso presentato dal candidato Giuseppe Di Natale (foto) per l’annullamento delle elezioni, anche il Consiglio di Giustizia Amministrativo con la sentenza 76 del 2015 ribadisce la stessa posizione dichiarando «infondato e inammissibile» il ricorso per l’annullamento delle elezioni. Il candidato Di Natale aveva fondato il suo ricorso su tre motivi: «l’applicazione asseritamente illegittima alle elezioni in questione della «nuova» legge regionale n. 8 del 2013, con la quale sono state introdotte le nuove regole sulla doppia preferenza di genere; la presunta violazione del diritto comunitario e del Codice di Buona condotta in materia elettorale; l’illegittimità costituzionale della suddetta legge che consente ad ogni elettore di esprimere due preferenze, purché esse siano relative a candidati di genere diverso».

Sia il Tar che il Cga hanno accolto la tesi dell’avvocato Carmelo Giurdanella, difensore del Comune di Acate, dichiarando infondato e inammissibile il ricorso «per carenza di un concreto interesse a ricorrere». A prescindere dal ricorso, con questa definitiva sentenza si chiude un’altra pagina polemica e controversa fra l’ex candidato Di Natale e l’attuale sindaco Francesco Raffo, che durava dalla fase elettorale.