Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 893
ACATE - 03/03/2011
Politica - Acate: la mozione contro il presidente del consiglio è passata per un solo voto

La guerra nel Pdl costa la sfiducia a Giuseppe Leone

Nino Minardo è corso ai ripari ed ha richiamato ufficialmente Giovanni ed Eliseo Campagnolo che hanno votato contro Leone

Non sa garantire un comportamento al di sopra delle parti che il ruolo gli impone. Con questa motivazione Giuseppe Leone (Pdl-Acate Soprattutto) è stato sfiduciato dal consiglio comunale di Acate.

La sfiducia non gli è solo venuta dall’opposizione ma anche dal suo stesso partito visto che Eliseo Campagnolo e Giovani Campagnolo, eletti nel Pdl, ma in rotta con il Giuseppe Leone, hanno votato contro il presidente del consiglio insieme all’opposizione.

A votare a favore della mozione, oltre ai cinque firmatari Gianfranco Ciriacono, Luigi Denaro e Carmelo Di Martino (An), Giuseppe Di Natale (Indipendente) e Pippo Monello (Mpa), cui si sono aggiunti i due Campagnolo. Il voto determinante è stato quello di Fabrizio Cutello, sempre del Pdl ed organico alla maggioranza, ma ai ferri corti con "Acate soprattutto".

L’appello del sindaco Caruso di riportare il dibattito politico sui binari della correttezza non è valso a nulla. Giuseppe Leone da parte sua ha preannunciato ricorso al Tar e conta di prendersi la rivincita.

«Quello che è successo – spiega Leone – è gravissimo sotto vari aspetti. La sfiducia è illegittima,non è una questione di attaccamento alla poltrona, ma di correttezza nelle procedure. C´è, inoltre, da prendere atto che non esiste più alcuna maggioranza, visto che non ha saputo reggere alla prima prova ufficiale, nonostante le rassicurazioni che fino alla vigilia ci sono venute dal sindaco. Infine, ma non per questo meno importante, esiste anche un problema all´interno del Pdl che non può più essere rimandato, perché ne va della credibilità di tutti».

Nino Minardo è subito corso ai ripari per cercare di tamponare la falla nel Pdl. Ha riunito tutti i componenti il gruppo Pdl nelle sue funzioni di coordinatore provinciale. Erano presenti gli assessori Gianni Iacono ed Emanuele Caggia, Giuseppe Leone, il consigliere Francesco Iacono e Salvatore Di Falco, per esaminare e discutere l’attuale situazione politica e amministrativa del comune di Acate.

Nino Minaro ha assunto una posizione netta « Invito i consiglieri Eliseo Campagnolo e Giovanni Campagnolo a non assumere posizioni politiche in nome e per conto del PdL senza il preventivo confronto con il gruppo dirigente di Acate. Il loro voto è solo frutto di una posizione personale e non del Pdl.
Il Pdl ha sempre sostenuto l’amministrazione comunale e continuerà a farlo nell’interesse della collettività. Il partito esprime piena fiducia a Giuseppe Leone per l’operato svolto e rilancia la sua candidatura a Presidente del consiglio Comunale. Prendiamo le distanze dai comportamenti contraddittori e poco lineari che non rappresentano il PdL di Acate».