Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 600
TRAPANI - 12/09/2008
Editoriale - Il nostro quotidiano ibleo online ha spento la sua prima candelina

Buon compleanno,
corrierediragusa.it!

L’avventura continua con un nuovo "abito" rosso e nero Foto Corrierediragusa.it

Cari amici,

scrivere un editoriale del genere, teso a ricordare e celebrare il primo anno di vita di un giornale, non è mai facile. Il rischio di apparire scontati è dietro l’angolo, così come la tendenza ad auto incensarsi. Magari, scrivendo queste poche righe che ritengo comunque doverose nei riguardi di voi affezionati lettori, incorrerò in entrambi gli errori. In ogni caso, so che me lo perdonerete.

Corrierediragusa.it, che ha spento la sua prima candelina omaggiando altresì l’immortale Marylin Monroe, fu ufficialmente messo online il 12 settembre 2007. Una scommessa che, ad oggi, posso dire d’aver vinto, anche a nome del mio vice Giuseppe La Lota e della redazione. Il nostro ? vostro quotidiano ibleo online viaggia ad una media di tremila visite al giorno, con oltre duemila visitatori unici assoluti che si collegano almeno una volta nell’arco delle 24 ore.

I nostri connazionali all’estero ci seguono in prevalenza da Stati Uniti e Germania, ma anche da Francia e Brasile. Sono oltre 20 i Paesi da cui almeno un utente si collega per guardare questa finestra aperta sulla provincia, per un totale di oltre un centinaio di visitatori «esteri» al giorno. Un paio di settimane fa abbiamo tagliato il traguardo del milione di accessi in meno di un anno, come si evince dal contatore storico sotto la testata. Tutti dati certificati ogni giorno da Google, tramite il servizio "Analytics", una sorta di Auditel del web. Vi ringrazio, cari amici. Non è stato facile arrivare fino a questo punto ma, grazie alla nostra passione per l’informazione libera e al vostro caloroso sostegno, ci siamo riusciti.

Da caporedattore, ho assunto le redini di direttore «in corsa», quel fatidico 24 aprile 2008, quando uscì la notizia certamente più clamorosa, per la provincia di Ragusa, da quando esistiamo sul web: le indagini della Guardia di finanza sull’ex sindaco di Modica e su alcuni assessori della sua giunta, oltre che su funzionari del comune e altri personaggi politici, di cui trovate le notizie al riguardo nell’archivio storico del sito. Una notizia che coincise con le dimissioni irrevocabili del direttore che inaugurò il 12 settembre 2007 questo quotidiano online, Gianni Contino. Mi trovai giocoforza, di punto in bianco, a dirigere in prima persona una testata giovanissima, che avevo comunque curato fin dalla sua nascita come caporedattore e supervisore.

Una sfida entusiastica ma, ahimè, ricca di incognite, che sono finora riuscito a superare anche grazie all’apporto e all’esperienza del vice direttore, il già citato Giuseppe La Lota, «colonna portante» del sito assieme al collega Duccio Gennaro e a un´altra cara persona alla quale si deve, tra le altre cose, anche la paternità del nome della testata che, pensate, in origine si sarebbe dovuta chiamare «pantarei.com». In questo mio percorso professionale alla guida del «corrierediragusa.it», breve ma intenso, evolutosi nelle vesti di direttore con il «battesimo del fuoco» della notizia delle indagini a carico dei «famosi» 13 indagati, mi piace ricordare le altre tappe decisive di questo cammino, dalle Regionali alle Amministrative. Solo queste notizie hanno collezionato oltre diecimila letture.

Mi accorgo solo adesso d’aver commesso un altro errore: quello della prolissità. Chiudo pertanto questo mio editoriale assicurandovi, cari amici, ghiotte sorprese per i mesi a venire. Il sito si evolverà sempre più dal punto di vista tecnologico, grafico e strutturale grazie al «papà» Massimiliano Sparacino, il web designer che ha progettato e realizzato di sana pianta tutto il sito, non solo la parte visibile da voi affezionati lettori, ma anche quella altrettanto preziosa «dietro le quinte» che consente a noi giornalisti di aggiornare il sito. Grazie all’apporto del nostro graphic designer Giorgio Ruta, da oggi corrierediragusa.it ha uno nuovo «abito»: rosso e grigio scuro (quasi nero). Un «anticipo di quella che sarà la rivoluzione grafica in arrivo nelle prossime settimane.

A voi, cari amici, rinnovo il mio ringraziamento, quello della redazione e del resto dello staff anche per le preziose critiche e segnalazioni su nostre pecche ed errori vari, veri o presunti, promettendovi che faremo di tutto per non deludervi nell’arco del secondo anno che, mi auguro, avremo il piacere di trascorrere ogni giorno assieme, sempre più numerosi.