Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 971
MODICA - 19/06/2011
Editoriale - Solo dopo due settimane il sindaco ha ritenuto di dover chiarire

Il sindaco Buscema e quel regista occulto che non c´è

Anche il coordinamento del Pd è intervenuto sull’argomento

Il Corriere di Ragusa ha seguito sin dall´inizio la vicenda Quetzal dal momento in cui le lavoratrici licenziate hanno inviato la lettera aperta alla Cooperativa, al sindaco ed al Pd. Quanti sono stati chiamati in causa in quella occasione non hanno avuto la sensibilità di dare quella risposta articolata ed a suo modo serena che il sindaco ha dato dopo due settimane.

Forse quelle lavoratrici meritavano più attenzione e rispetto che non hanno trovato e che hanno cercato; non si può addossare la responsabilità agli organi di informazione, per chi l’ha fatto, l’aver voluto leggere carte e nomi, riferire alcuni fatti interni alla vita della Quetzal, se si vuole parziali, ma che comunque anche il sindaco, in buona parte nella sua versione dei fatti, conferma. Se il Pd e lo stesso sindaco pensano che ci sia un occulto regista dell’informazione che può manovrare i giornalisti a piacimento essi dimostrano che sono evidentemente pratici dell’argomento, ma non sempre, per fortuna dei lettori, è così.

C’è anche chi pensa con la propria testa, chi non si affida solo agli uffici stampa e sa prendere le distanze da portavoce stagionali. E’ sempre meglio rischiare un errore, una inesattezza, una valutazione, che essere acritici resocontisti delle cronache dei protagonisti del palazzo o comunque in conto terzi.