Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 294
MODICA - 01/01/2011
Editoriale - Modica: se il sindaco si "gingilla" con il pane più lungo del mondo

Buscema punta sugli eventi, ma la gente s´attende altro...

In secondo piano invece le dettagliate spiegazioni sul piano di risanamento messo a punto dalla giunta per risollevare le nere sorti di un ente strutturalmente deficitario

Da Chocobarocco alla celebrazione dei 150 anni d’Italia, passando per il pane più lungo del mondo. Il sindaco di Modica ha tenuto in maniera particolare ad incentrare su questi eventi l’attività amministrativa del 2010, nel tradizionale consuntivo di fine anno. In secondo piano invece le dettagliate spiegazioni sul piano di risanamento messo a punto dalla giunta per risollevare le nere sorti di un ente strutturalmente deficitario.

Buscema ha preferito cominciare il suo discorso concentrandosi sulla festa del cioccolato, conclusasi da poco, e da qualcuno bollata come una sorta di festa paesana priva di originalità. Buscema ha poi esaltato il pane più lungo del mondo, che, lo scorso 13 giugno, portò a Modica qualche decina di turisti, rimasti delusi dall’aver trovato solo una serie di filoni di pane lunghi circa mezzo metro, conditi con olio e sale e disposti l’uno dopo l’altro su due file lunghe poco più di un chilometro. La parziale delusione fu poi in parte placata con la degustazione del pane, a pagamento.

Al di là di ciò, giova ricordare il nuovo manto d’asfalto steso sulle arterie di maggiore traffico, anche se parecchio resta ancora da fare. E poi ancora la costituzione dell’Urp, l’ufficio relazioni con il pubblico, e la creazione della fondazione Garibaldi per la gestione dell’omonimo teatro comunale, peraltro rimasto a becco asciutto sul fronte dei finanziamenti regionali. Dulcis in fundo, la concretizzazione del contratto di quartiere, i cui lavori dovrebbero cominciare il mese prossimo e in verità più appannaggio della precedente giunta. Ma, talvolta, può essere determinante trovarsi al posto giusto nel momento giusto. Uno dei pochi «meriti», tra virgolette, di cui questa giunta può vantarsi.

Nessuna nuova opera pubblica è stata inaugurata da questa giunta: stanno andando in appalto solo opere i cui iter erano stati avviati dall´amministrazione precedente. E il centro destra d´indigna. Il consigliere comunale del Pid Paolo Nigro parla di "discorso scandaloso". Al sindaco non resta che riflettere, per un 2011 meno mediatico e più concreto.