Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 1297
VITTORIA - 31/05/2014
Economia - Il sindaco di Vittoria Giuseppe Nicosia ha tagliato il nastro inaugurale

Taglio nastro e rombo di motori a MotorExpo Sicilia

Fino a lunedì 2 giugno, va in scena la seconda edizione del Salone interamente dedicato al settore auto e moto Foto Corrierediragusa.it

Il sindaco di Vittoria Giuseppe Nicosia ha tagliato il nastro inaugurale della 2ª MotorExpo Sicilia con al fianco Giovanni Denaro, presidente della Fiera Emaia (foto) e Salvatore Di Falco, presidente del Consiglio comunale di Vittoria. Fino a lunedì 2 giugno, va in scena la seconda edizione del Salone interamente dedicato al settore auto e moto. Una fiera in grado di fornire una panoramica completa dell´universo dei motori. Giovanni Denaro ha esordito ringraziando «Enzo Simola, consigliere del Cda, che da sei mesi lavora a questo evento». Secondo il presidente, «si tratta di una manifestazione che, nello spazio di una sola stagione, è riuscita diventare un punto di riferimento motoristico in Sicilia. Luogo d’incontro delle discipline sportive legate ai motori. Ospite della 2ª MotorExpo Sicilia è Nicola Larini pilota di Formula 1, che ha guidato la Ferrari e la Sauber. Sono numerosi gli appuntamenti da non perdere. A partire dalla conferma del freestyle motocross del team di Andrea Cavina. E poi, la gara regionale di karting, che assicura la partecipazione di circa cento kartisti.

Un vero regalo per i visitatori è rappresentato dall’esposizione dell’Alfa Romeo storica che ha vinto la Targa Florio. Ma vanno menzionati anche altri momenti: la terza prova del Campionato regionale circuiti cittadini, il primo trofeo del Mediterraneo, la prima edizione del Champions Cup Fiera Emaia-Città di Vittoria. E ancora: car wash, gare audio & tuning, enduro indoor. Infine, la musica. Con i concerti dei Romano Bros e degli Appaloosa Victor’s Country Music Show».

Per Denaro, «saloni internazionali a parte, la nostra è l’unica fiera, insieme a quella di Milano, collegata alle concessionarie. Per gli espositori MotorExpo Sicilia è un´occasione imperdibile per farsi conoscere e presentare le novità più interessanti. Per i visitatori, è un appuntamento da non mancare. MotorExpo Sicilia è una manifestazione completamente nuova, creata da questa presidenza. E´ una fiera legata al mondo dei motori, sia da un punto di vista commerciale (vi prendono parte tutti i marchi nazionali ed internazionali di auto e moto), sia da un punto di vista sportivo, considerato il fatto che sono presenti numerosi club siciliani. Inoltre, sono state installate delle tribune per ammirare meglio gli spettacoli acrobatici».

Il presidente è «consapevole del momento critico vissuto dal comparto. Ma è proprio per queste ragioni che la Fiera Emaia ha deciso di impegnarsi per sostenerlo. Dando alle aziende interessate una vetrina importante. Mi piace sottolineare, infine, che, in un periodo di crisi globale, l’ente fieristico abbia deciso di arricchire il numero delle rassegne settoriali, per venire incontro alle aziende». Salvatore Di Falco è «convinto che la MotorExpo Sicilia sia un successo che, giustamente, è stato ripetuto per il secondo anno consecutivo. Il ticket serve a garantire spettacolo e business».

Giuseppe Nicosia è «certo che la fiera dei motori sarà un successo. Saranno quattro giorni di grandi eventi, di presenze autorevoli del mondo dello sport e, soprattutto, di tanta passione. Per realizzare la MotorExpo Sicilia è stato necessario un duro lavoro. La Fiera Emaia fa bene a puntare, oltre che sui canonici eventi fieristici, anche su nuove espressioni come questa. L’Emaia continua a resistere. Anzi, rilancia. Invito la presidenza a continuare questo percorso. Chi ha voglia di polemizzare per l’introduzione del biglietto d’ingresso può farlo. Ma si tratta di un’invettiva strumentale e antistorica. Dico di più. Sono dell’avviso che il ticket debba essere previsto anche per la Novembrina. Anche perché, il biglietto serve anche per un dato statistico. Solo in questo modo si può conoscere il numero esatto di visitatori e si può sostenere concretamente la Fiera Emaia. La fiera delle imprese siciliane».