Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 847
RAGUSA - 31/08/2009
Economia - Ragusa: il nuovo punto vendita del centro commerciale "Le Masserie"

Nuovo superstore Conad, salvaguardati 42 posti

Il punto vendita più grande della Sicilia gestito dagli imprenditori locali della "Pitima Group"
Foto CorrierediRagusa.it

Una superficie di vendita di duemila 700 metri quadri, 12 casse e mille 300 posti auto gratuiti di cui 900 nel parcheggio interrato. Questi i numeri del Conad superstore più grande della Sicilia, ubicato all´interno del centro commerciale «Le Masserie» di Ragusa.

«Dietro queste cifre – ha detto Giorgio Ragusa, direttore generale Conad Sicilia – si cela una grande scommessa che vede un’impresa ragusana, la ‘Pitima Group’, subentrare a una multinazionale nella gestione del nuovo superstore con una inversione di tendenza non comune non solo nell’isola ma in tutto il Paese, dove spesso sono le multinazionali a prendere il posto nelle economie locale a discapito dell’imprenditoria locale». Tutto ciò si traduce, ha sottolineato più volte Giorgio Ragusa, in una «maggiore garanzia di qualità per la comunità anche perché l’impegno di Conad non si ferma solo all’ambito commerciale, come testimonia l’assunzione dei 42 lavoratori che rischiavano di perdere il posto con la chiusura dell’ipermercato».

All’incontro con la stampa era presente anche Pietro Figura, amministratore della «Pitima Group», che ha messo in evidenza l’offerta del nuovo superstore, «specializzato nei prodotti freschi e in particolare nei prodotti locali di qualità grazie alla valorizzazione del legame con le piccole e medie imprese del territorio che operano nel campo agroalimentare. Inoltre – ha detto Pietro Figura –, con questa nuova apertura, Conad ha deciso di devolvere una somma di denaro, di circa 3mila euro, all’associazione ‘Samot Ragusa onlus’, attiva nell’assistenza al malato oncologico terminale».

«È un contributo importate – ha rimarcato Antonio Campo, presidente della «Samot Ragusa onlus» – che giunge in un momento difficile per la sanità per via dei tagli imposti dal Piano di rientro. Con questa somma sarà possibile acquistare attrezzature di varie genere che permetteranno di provvedere alle necessità e alle esigenze di questi pazienti in qualsiasi luogo si trovino, dal domicilio all’ambito ospedaliero».

(Nella foto da sx il direttore generale e il presidente di Conad Sicilia, rispettivamente Giorgio Ragusa e Giovanni Calabrese)