Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1003
RAGUSA - 23/04/2009
Economia - Ragusa: collaborazione tra la Provincia di Ragusa e la Banca agricola popolare

Ricetta anticrisi per migliorare la qualità della vita

Il progetto «Microcredito sulla fiducia» prevede l’erogazione di un prestito agevolato di 3mila euro
Foto CorrierediRagusa.it

Dalla collaborazione tra la Provincia di Ragusa e la Banca agricola popolare nasce una ricetta anticrisi per migliorare la qualità della vita delle famiglie. Il progetto «Microcredito sulla fiducia» prevede l’erogazione di un prestito agevolato di 3mila euro per le famiglie che si impegnano alla restituzione della somma entro un periodo massimo di 3 anni.

«È un progetto elaborato interamente dall’assessorato alle Politiche sociali – ha detto l’assessore provinciale Raffaele Monte (nella foto) – e non prevede aiuti di tipo assistenziale, la cui competenza è dei servizi sociali del Comune. Ci rivolgiamo ai nuclei familiari che hanno bisogno di un supporto per il mantenimento dei figli, per le adozioni e per le spese scolastiche. Inoltre, il credito può essere concesso – ha detto ancora l’assessore Monte – a sostengo di famiglie che accolgono anziani, o che devono affrontare esborsi da imputare a cure lontane dal posto di residenza e a spese mediche non previste».

Il prestito sarà concesso dalla banca a tasso agevolato, di cui solo lo 0,50% a carico della famiglia richiedente, il resto a carico della Provincia. Inoltre, non sono previsti interessi di mora se il ritardo nella restituzione delle somme non supera i 20 giorni. Le istanze potranno essere presentate, presso l’ufficio Politiche sociali della Provincia di Ragusa (in via Giordano Bruno 3), a partire da lunedì 4 maggio. Per maggiori informazioni telefonare, da lunedì a sabato dalle 8 alle 13, al numero verde 800550330.