Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:47 - Lettori online 1010
RAGUSA - 17/01/2009
Economia - Ragusa - La richiesta rivolta al ministero del lavoro

Ragusa: 5 milioni per gli artigiani

Protocollo d’intesa tra parte datoriale e sindacati
Foto CorrierediRagusa.it

L’Ebas (Ente bilaterale per l’artigianato siciliano) scommette sul ‘federalismo solidale’ e punta su un decentramento capace di dare a livello provinciale risposte concrete alle necessità dei dipendenti delle piccole e medie imprese artigiane.

Il primo passo di questa scommessa è rappresentato dal protocollo d’intesa (sottoscritto a livello regionale da Cna, Casartigiani, Claai e Confartigianato, per quanto concerne la parte datoriale, e da Cgil, Cisl e Uil, con riferimento alla parte sindacale) contenente la richiesta, rivolta al ministero del Lavoro, del finanziamento di 5 milioni di euro per il riconoscimento di ammortizzatori in deroga per i dipendenti delle aziende artigiane siciliane. Il passo successivo, invece, è rappresentato dalla composizione di due organismi dell’Ebas operativi nella provincia di Ragusa: Cbt (Commissione bilaterale territoriale) e Opta (Organismo paritetico territoriale per l’artigianato).

La Cbt dovrà gestire i fondi, compreso il finanziamento di 5 milioni, destinati ai lavoratori delle Pmi artigiane della Sicilia (cassa integrazione, rimborso delle spese per la formazione, ecc.). L’Opta dovrà occuparsi invece dei problemi inerenti la sicurezza sul posto di lavoro sensibilizzando, ad esempio, le imprese del settore.

Il protocollo d’intesa è stato illustrato a Ragusa in una riunione tenutasi presso la sede della Cna (Confederazione nazionale dell’artigianato), cui hanno preso parte il presidente regionale dell’Ebas, Concetta Grasso, e il consigliere regionale Ebas Salvatore Belfiore. La riunione è servita, inoltre, a comporre i due organismi locali dell’Ebas. Per la Cbt i componenti sono: Giuseppe Castagna (Cgil), Francesco Scannavino (Cisl), Raffaele Spadaccino (Uil), Vittorio Schininà (Cna), Giovanni Muccio (Casartigiani), Mario Floridia (Claai), Salvatore Firullo (Confartigianato). Coordinatori: Castagna e Schininà. I componenti dell’Opta, invece, sono: Bruno Boccheri (Cgil), Giuseppe Incatasciato (Cisl), Raffaele Sammito (Uil), Giuseppe Brullo (Cna), Giovanni Cappello (Casartigiani), Francesco Terrizzi (Claai), Giorgio Raniolo (Confartigianato). Coordinatori: Terrizzi e Incatasciato.