Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 1435
RAGUSA - 05/01/2009
Economia - Ragusa - Accoglienza tiepida dei consumatori, ma il trend è in salita

Saldi: niente "assalti" ai negozi ma i commercianti respirano

Sono soprattutto i giovani a cercare l’occasione di fine stagione, allettati da sconti fino al 50% sulla merce griffata
Foto CorrierediRagusa.it

L’ultima spiaggia degli sconti di fine stagione ha dato una boccata di ossigeno ai commercianti di Ragusa, in particolare nel centro storico. La caccia alle occasioni infatti, dopo una partenza tiepida, ha fatto registrare un buona affluenza in molti negozi (nella foto un potenziale acquirente si appresta ad entrare in un negozio del centro di Ragusa).

«Non c’è stato un vero e proprio assalto – dice un commerciante di via Roma –, tuttavia non possiamo lamentarci, visto il crollo delle vendite dei mesi scorsi. Sono soprattutto i giovani a cercare l’occasione di fine stagione, allettati da sconti fino al 50% sulla merce griffata». «Malgrado la crisi e i bilanci familiari in rosso, i prezzi bassi continuano a far gola – aggiunge un altro commerciante del centro storico –. Tanti hanno aspettato con pazienza per tutto il mese di dicembre tagliando un po’ su tutto, compresi i regali di Natale, pur di mettere da parte una somma per l’attesissima corsa ai saldi. La spesa media? In genere si aggira sui 100 euro».

Insomma, tutti soddisfatti. O quasi. «In alcuni negozi si sono formate le code, è vero – dice una ragazza in fila per gli acquisti in un negozio di corso Italia –, ma più per la necessità di aggiornare il guardaroba che per la possibilità di scelta tra un’ampia gamma di capi di abbigliamento. I commercianti lamentano un netto calo delle vendite, eppure nel giorno del via agli sconti la quantità e la varietà dei capi presenti sugli scaffali sono da ‘tutto esaurito’».

Per sfruttare al meglio la stagione dei saldi è bene comunque rispettare alcune regole basilari, illustrare in una nota dell’associazione dei consumatori Codacons. La quale «invita a segnalare all’indirizzo mail codacons.info@tiscali.it le anomalie riscontrate nei negozi e relative ai saldi, come ad esempio carte di credito non accettate dai negozianti, prodotti difettosi non sostituiti, cartellini non indicanti tutti e tre gli elementi essenziali (prezzo originale, percentuale di sconto, prezzo finale scontato)».