Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 395
RAGUSA - 13/11/2008
Economia - Ragusa - XV giornata nazionale «OrientaGiovani»

Ragusa: le imprese e i giovani

Uno spazio particolare sarà dedicato al capitale di rischio
Foto CorrierediRagusa.it

«Scienza e merito. Sfide e prospettive per il futuro dei giovani e delle imprese». Questo il tema che sarà al centro della XV giornata nazionale «OrientaGiovani», organizzata dai Giovani imprenditori di Confindustria Ragusa presso la Camera di Commercio, in piazza Libertà.

L’incontro – che si terrà il 14 novembre, dalle 9 in poi – sarà l’occasione «per mettere a confronto le imprese, il mondo universitario e il mondo della scuola, quest’ultimo rappresentato dagli studenti delle IV e V classi – ha spiegato Leonardo Licitra, presidente dei Giovani imprenditori di Confindustria Ragusa, durante la conferenza indetta per la presentazione del programma dell’evento –. Il nostro obiettivo è quello di aiutare gli studenti a elaborare una scelta consapevole e realistica per il proprio futuro professionale. In altre parole, vogliamo contribuire all’individuazione di percorsi di studio in grado di soddisfare le esigenze formative e quelle dell’imprenditoria regionale e locale».

Al convegno – al quale prenderanno parte autorità del mondo imprenditoriale e delle realtà formative della Sicilia – uno spazio particolare sarà dedicato al capitale di rischio, «oggi – ha detto Leonardo Licitra – assai carente in tutta l’isola, e in particolare nel territorio della nostra provincia. Ecco perché questo incontro non sarà incentrato solo sulle questioni inerenti la scelta del percorso di studi, ma si rivolgerà anche a tutti gli studenti che vogliono intraprendere un business».

Altro spazio importante sarà quello dedicato ai risultati dell’indagine sui fabbisogni formativi delle piccole e medie imprese siciliane. «Abbiamo effettuato questa indagine – ha detto Giorgio Cappello, presidente del Comitato regionale dei Giovani imprenditori di Confindustria Sicilia – attraverso un questionario on line, sul sito www.profilolavorogiovani.com, rivolto alle aziende della regione. I risultati di questa ricerca saranno commentati davanti agli oltre 200 giovani che parteciperanno al convegno. Si tratta di risultati che impongono un’attenta riflessione sulle reali necessità delle imprese. Il trinomio scuola-facoltà-azienda ha tutte le carte in regola per rilanciare l’economia, queste carte però occorre giocarle nei settori della tecnologia e soprattutto dell’innovazione.

Se pensiamo – ha sottolineato il presidente Giorgio Cappello – che nel 2003, su scala regionale, risultavano 3,1 brevetti per ogni milione di abitanti, ci renderemo conto che a oscurare il futuro delle nostre piccole e medie non è solo la crisi economica in atto – che rappresenta peraltro un ciclo dell’economia – ma soprattutto è l’assenza di idee in grado di tradursi in innovazioni tecnologiche. Questa, a mio avviso, è la vera sfida che attende sia il mondo delle imprese siciliane, sia i giovani che proiettano il loro futuro in questo mondo».