Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 20 Novembre 2017 - Aggiornato alle 14:38 - Lettori online 1154
RAGUSA - 04/05/2017
Economia - Si deciderà in via definitiva il 25 maggio prossimo

Resta autonoma la Camcom o no?

L’ultima parola alla Conferenza Stato-Regioni Foto Corrierediragusa.it

Tutti contenti per l’autonomia delle camere di commercio di Ragusa, Catania e Siracusa e la conferma del "no" alla Supercamcom del Sud est siciliano. O forse no? Il primo a rallegrarsene era stato il presidente della Regione Crocetta, e poi a cascata politici, amministratori ed associazioni di categoria. Poi, come accennato, la «doccia gelata» del ministro Calenda e del suo sottosegretario che si sono affrettati a precisare, sull’onda degli entusiasmi suscitati, che non si tratta di un "no definitivo" da parte della Conferenza Stato-Regioni, ma solo di un rinvio della decisione. Il futuro delle tre camere di Commercio si deciderà quindi solo giovedì 25, quando la Conferenza Stato-Regioni tornerà a riunirsi. Le notizie del "no" alla Supercamcom erano filtrate da Roma, ma queste fonti evidentemente «interessate», o quantomeno affrettate, sono state subito smentite dai fatti visto che il sottosegretario allo Sviluppo Economico, Antonio Gentile, ha precisato ufficialmente che la decisione è solo rinviata e quindi non è stata presa.

Quanti avevano salutato con favore il "no" si sono subito premurati a dire che si sta facendo un errore e che il rinvio non era per niente necessario. Sta di fatto che, almeno per il momento, non c’è nulla di cui gioire. Il destino delle tre Camere di commercio resta appeso ad un filo ed è ormai chiaro che attorno al loro futuro si sta giocando una partita a a scacchi tra la politica che vuole l’autonomia e le associazioni che premono per l’accorpamento perché più funzionale allo sviluppo dei territori grazie ad una Camcom più forte.

Nella foto la sede della camera di commercio di Ragusa in piazza Libertà