Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Luned́ 23 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 14:01 - Lettori online 822
RAGUSA - 29/03/2017
Economia - Le previsioni sembrano non essere rosee

Nel 2018 bollette della luce più "pesanti"

Si avrà la fine del mercato elettrico tutelato Foto Corrierediragusa.it

Le previsioni per il 2018 sembrano non essere rosee, almeno per quel che riguarda i costi dell´energia elettrica: sono previsti, infatti, dei rincari. 23 milioni di utenti si ritroveranno a pagare bollette salate proprio perché con il decreto di legge "Concorrenza", previsto per il prossimo anno, si avrà la fine del mercato elettrico tutelato. Questo decreto fa parte del piano delle liberalizzazioni avanzato dal governo Renzi e dal 2015 è ancora in Senato in attesa di passare in Aula. Saranno le famiglie, le imprese e tutti gli utenti che non hanno ancora aderito al mercato libero a pagare i prezzi più cari. Queste, infatti, fino ad adesso hanno scelto di aderire ai prezzi stabiliti dall´autorità per l´energia che ha fissato dei costi massimi proprio per il controllo dei prezzi. Il presidente della commissione Industria del Senato, Massimo Mucchetti, durante la presentazione del rapporto annuale del Gestore per i servizi energetici, ha asserito che la fine della tutela del mercato dell´energia elettrica sembra e viene palesata come cosa buona, perché stimolerebbe la crescita della concorrenza, ma cosa buona in realtà non è, perchè condurrà ad un aumento consistente dell´importo in bolletta. Mucchetti in sostegno alla sua teoria ha citato anche i conti Enel, gestore elettrico dell´85% dei 23 milioni di utenti.

Ha sottolineato, inoltre, che il margine di utile di una società all´interno del mercato tutelato è in media di 20 euro l´anno per cliente. Con il passaggio al mercato libero, la media di utile di una società per cliente sale a 128 euro l´anno. Basta questo, dunque, per capire che il rincaro sarà notevole. Mucchetti ha concluso auspicando a soluzioni dalle conseguenze più contenute, magari studiando meglio il modo per porre fine al mercato tutelato, ma tutto dipenderà dal governo e se porrà la fiducia al decreto senza possibilità di emendamenti.

Ha collaborato Margherita Leone


OCCASIONE PERSA
30/03/2017 | 15.47.06
Emanuele

Renzi, oltre ai danni che ha provocato, ha perso un´occasione per lasciare in vita una cosa buona che avevamo: le tariffe regolate d´autorità.