Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 909
RAGUSA - 15/07/2016
Economia - Sulla Siracusa Gela il presidente del Cas ha lanciato il messaggio

Due miliardi per la Modica Gela

I lotti 6, 7 e 8 da Rosolini a Modica sono in via di realizzazione Foto Corrierediragusa.it

«Per completare l’autostrada per i lotti che vanno da Modica a Gela servono due miliardi. Dobbiamo trovarli e per questo motivo ho fatto appello ai sindaci interessati». Il presidente del Cas, Rosario Faraci, ha lanciato questo messaggio agli amministratori presenti presso l’ufficio del Consorzio Autostrade Siciliane presso il casello di Rosolini. I sindaci hanno risposto tutti, da Ispica a Gela, da Ragusa a Vittoria, vista l’importanza strategica che la Siracusa-Gela riveste per tutta la fascia sud orientale dell’isola. Faraci ha aggiornato gli amministratori sullo stato dell’opera confermando che i lotti 6, 7 e 8 da Rosolini a Modica sono in via di realizzazione e il cronoprogramma che prevede l’apertura dei 19 km in costruzione sarà rispettato. I fondi ci sono e non si prefigurano tuttora intoppi. Diverso il discorso per i lotti 9, 10 e 11 che dovranno portare l’autostrada da Modica a Ragusa. Il progetto è stato redatto dal Cas ed è pronto, per realizzarlo serve un miliardo che il Consorzio non ha e il cui finanziamento non potrà essere attinto da fondi europei. Dovrà essere lo Stato a finanziare l’opera e qui diventa essenziale il ruolo che parlamentari, amministratori locali, politici e forze sindacali potranno giocare facendo pressioni sul governo. Se per la Modica-Ragusa è dunque «solo» una questione di soldi diverso è il discorso per la Ragusa-Gela per i cui lotti non esiste al momento una progettazione,pur di massima.

Il Cas ha in mano solo un tracciato di massima e il presidente Faraci con tutte le cautele del caso ritiene che servirà un altro miliardo. Rosario Faraci ha confermato che il project financing che il presidente della Regione, Rosario Crocetta, aveva pensato per finanziare l’opera è naufragato visto che non si sono registrate manifestazioni di interesse. Ancora una volta dovrà essere lo Stato, ma anche la Regione, a mettere le risorse in campo.

Intanto è stato riaperto al traffico veicolare il tratto Noto - Rosolini dell´autostrada Siracusa-Gela chiuso al traffico da oltre un anno per lavori di manutenzione e di messa in sicurezza.