Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:11 - Lettori online 1821
RAGUSA - 14/11/2015
Economia - La viabilità è croce e delizia degli Iblei

Ok a collegamento tra Rg-Ct e aeroporto

Sul fronte autostrada da Palermo sono arrivate assicurazioni per il pagamento di una tranche di pagamenti all’impresa Foto Corrierediragusa.it

Sì alla bretella di collegamento tra la Ragusa Catania e l´aeroporto di Comiso, schermaglie sui lotti della Siracusa Gela. La viabilità è croce e delizia degli Iblei con opere che sulla carta sono tutte finanziate, cantierabili o già con i cantieri aperti ma andare avanti è veramente difficile per i tanti intoppi che si frappongono. Basti pensare al raddoppio della Ragusa Catania, per la quale proprio in questi giorni, dopo un decennio di tira e molla il ministro Delrio in Parlamento ha ancora una volta assicurato il finanziamento del project financing per la parte pubblica. Da Palermo sono arrivati, in tema di finanziamenti, 31 milioni 150 mila euro per la realizzazione della bretella che dovrà collegare l´aeroporto di Comiso proprio alla Ragusa Catania. Un´opera fondamentale per lo sviluppo dell´aeroporto, stretto tra stradine di campagna tortuose e strette. Alla luce del finanziamento garantito dalla Regione con il Pac (Piano Azione e Coesione) Sicilia, Il Libero Consorzio Comunale, ex Provincia, si è già messo in moto per la redazione del il progetto esecutivo che prossimamente verrà presentato all’assessorato regionale alle Infrastrutture e Mobilità.

Il finanziamento di 31 milioni e 150 mila euro prevede la realizzazione del collegamento dall’aeroporto alla Comiso-Grammichele e la realizzazione delle opere idrauliche con i lavori di adeguamento del canale a margine dell’aeroporto di Comiso, lungo la strada provinciale N° 5, per evitare l’allagamento della pista in caso di avverse condizioni meteorologiche come purtroppo è accaduto in passato prima che il ‘Pio La Torre’ entrasse in funzione.

Sul fronte autostrada da Palermo sono arrivate assicurazioni per il pagamento di una tranche di pagamenti all´impresa che è al lavoro nei cantieri aperti dei tratti da Rosolini a Modica. La Cosige potrà contare su 14 milioni di euro che saranno versati nei prossimi nel Bilancio del Cas che a sua volta provvederà a trasferirli all´impresa. E´ la decisione presa in sede di commissione Bilancio alla presenza dei sindacati delle due province, i dirigenti dell’assessorato dell’Economia e dell’assessorato delle Infrastrutture, i rappresentanti delle ditte, il presidente del Cas, Rosario Faraci. Una boccata di ossigeno per la Cosige che vanta crediti per quasi trenta milioni per i lavori fin qui effettuati ma che dovrebbe evitare il paventato blocco o rallentamento dei lavori.