Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 616
RAGUSA - 23/09/2015
Economia - Dopo l’approvazione della giunta, la palla passa al consiglio

I dati salienti del bilancio approvato dalla giunta

Non mancano le novità Foto Corrierediragusa.it

Recupero di tributi, risparmio energetico e proventi dal settore rifiuti. Sono questi i dati salienti del bilancio che la giunta comunale ha approvato e che sottoporrà al consiglio comunale per la definitiva approvazione entro la fine del mese. Ci potranno essere, come di solito accade in aula, degli scostamenti o una diversa appostazione di somme ma la filosofia rimane perchè bisogna mantenere i conti in ordine. Sarà una manovra finanziaria da 199 milioni le cui entrate principali derivano dai 49 milioni di Imu, di Tari e Tasi, 28 milioni dalle royalties pagate dalle compagnie petrolifere per le estrazioni e poco più di tre milioni per tributi dovuti e non riscossi. Un punto sempre controverso perchè si basa sulla capacità dell´ente di andare ad individuare gli evasori e le sacche di elusione. L´amministrazione ha annunciato a questo proposito che l´anagrafe immobiliare e tributaria è ormai fatta e quindi per chi non ha pagato si annunciano tempi duri.

Tra i capitoli di spesa sono stati appostati in bilancio, un milione e 600 mila euro per la manutenzione della rete stradale, 50 mila euro per la manutenzione straordinaria a Marina di Ragusa e 25 mila euro per la frazione rurale di San Giacomo, 200 mila euro per le attività produttive, incluso il settore agricolo e zootecnico. Spettacoli, promozioni ed intrattenimenti costeranno invece 200 mila euro con una riduzione rispetto allo scorso anno del 10 per cento, circa 20 mila euro. L´efficientamento energetico gioca una parte importante nei risparmi che si vogliono realizzare. Grazie ai nuovi impianti la bolletta dell´Enel sarà tagliata almeno del 30 per cento. Novità anche dai trasporti scolastici perchè i mezzi, ormai obsoleti, saranno rinnovati e funzioneranno a metano garantendo quindi meno inquinamento e risparmio di carburante. Si annuncia poi una rivoluzione nel comparto rifiuti perchè la differenziata sarà incrementata, dall´attuale 21 al 65 per cento, grazie al servizio porta a porta garantito dal nuovo appalto che costerà 11 milioni di euro l´anno.

Si eviteranno cassonetti ricolmi, sacchetti davanti ai condomini, e la città sarà più pulita grazie alla raccolta porta a porta in tutta la città. I rifiuti, ha sottolineato l´assessore all´ecologia Andrea Zanotto, diventeranno "proprietà" del comune che potrà riciclare e guadagnare. Anche i cittadini-utenti faranno la loro parte perchè saranno chiamati a pagare il 37 per cento dei vari servizi individuali di cui usufruiscono, tranne i trasporto scolastico che sarà gratuito.

Nella foto il municipio di Ragusa