Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 622
RAGUSA - 07/08/2015
Economia - Prosegue la realizzazione dei lotti 6, 7, e 8

Avanti lavori Sr - Gela: operai a secco, pedaggio a Modica

Ad oggi sono impegnati 400 lavoratori (per la maggior parte siciliani), fra diretto ed indotto Foto Corrierediragusa.it

Il cronoprogramma dei lavori per la realizzazione dei lotti 6, 7, e 8 della Siracusa Gela è rispettato. I cantieri sono aperti e lavorano a pieno ritmo ma le maestranze non ricevono gli stipendi da maggio. Ministero delle Infrastrutture e Regione Sicilia non hanno ancora trasferito i soldi per lo stato di avanzamento dei lavori certificato per 7 milioni e il Cas non può pagare. Situazione dunque molto delicata che ha indotto l´Ance e i sindacati di categoria a scendere in campo e chiedere un incontro al più alto livello. Dicono i sindacati: "Assistiamo alla lenta agonia di un’opera a causa di mancanze e, non vorremmo, omissioni da parte di tutti gli attori coinvolti: Regione (Crocetta), Stato (Delrio) e Cas (Faraci) per cui vogliamo avere contezza della provvista finanziaria e vogliamo vedere le carte. Si metta fine ad un tale stillicidio di pessime notizie che distruggono la serenità di un territorio (Imprese e Lavoratori). Ad oggi sono impegnati 400 lavoratori (per la maggior parte siciliani), fra diretto ed indotto, il cantiere è entrato ormai a regime ma, ci chiediamo, senza certezze, fino a quando l´impresa potrà resistere? Che fine faranno i Lavoratori e le Imprese coinvolte nell’opera se l´impresa dovesse decidere, giustamente, di fermarsi?"

Dal suo canto il presidente del Consorzio Autostrade Siciliane, Cas, Rosario Faraci, ha rassicurato gli amministratori locali nel corso di un incontro tenutosi a Rosolini: «Siamo assolutamente tranquilli circa l’iter dei lavori in corso. Possiamo affermare che i tempi imposti dalla Comunità Europea, quale Ente finanziatore dell’opera, saranno rispettati. Non ci sono motivi ostativi che possano far pensare ad un rinvio del cronoprogramma concordato». Questo prevede che i lotti 6 e 7 siano completati entro il 31 dicembre di quest´anno e il lotto 8, che porterà da Pozzallo a Modica entro il 31 dicembre 2017. Attualmente i cantieri sono operativi sulla Rosolini Ispica e sulla Ispica-Pozzallo. Qui è in corso di realizzazione una galleria di circa 800 metri in contrada Graffetta che sta impegnando a pieno ritmo le maestranze. Nel corso dell´incontro il presidente Faraci e il direttore generale del Consorzio, Salvatore Pirrone, hanno avuto modo di parlare dei tratti già operativi della Siracusa-Rosolini lungo i quali sono in corso lavori di rifacimento del manto stradale.

Ha detto il presidente Faraci: "I lavori di rifacimento del manto stradale sono in itinere per cui saranno conclusi entro breve tempo. Per il tratto che interessa Rosolini i lavori inizieranno a breve con inevitabili disagi". Si è parlato anche del pedaggio che sarà introdotto sulla Siracusa-Rosolini: "Il pagamento del pedaggio si rende necessario per finanziare gli interventi manutentivi. Ovviamente è nostro obbligo rendere prima fruibile al massimo il tratto interessato al pagamento».