Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:41 - Lettori online 880
RAGUSA - 14/11/2014
Economia - Soddisfazione è stata espressa dal commissario straordinario Antonio Carullo

Soldi a cooperative Quetzal e Arcobaleno

I finanziamenti, sia diretti che indiretti, rappresentano una risposta importante alla richiesta Foto Corrierediragusa.it

Oltre 2 milioni e 400 mila euro di finanziamenti agevolati sono stati deliberati dall’Ircac in favore di ben 45 cooperative siciliane. I finanziamenti, sia diretti che indiretti, approvati dal commissario straordinario dell’Istituto Antonio Carullo (foto), rappresentano una risposta importante alla richiesta di accesso al credito che viene dal mondo cooperativistico di tutta la Sicilia. L’Ircac ha anche deliberato la riduzione ulteriore del tasso di interesse applicato ai finanziamenti che è stato portato dallo 0,50% allo 0,43% annuo. Proprio per il basso tasso di interesse i crediti diretti dell’Ircac rappresentano per le cooperative siciliane una alternativa significativa ai finanziamenti bancari che negli ultimi tempi le cooperative ottengono con crescenti difficoltà.

I 45 finanziamenti approvati sono crediti a medio termine destinati alla ricapitalizzazione societaria e agli investimenti, crediti di esercizio anche per lo start –up di impresa e contributi interessi su finanziamenti bancari. Continua dunque efficacemente l’attività istituzionale dell’Ircac e questo nonostante proceda l’opera di ricognizione attuata dall’Istituto per le somme da disimpegnare in favore della regione, come stabilito dall’art.61 della legge 21/14( la Finanziaria regionale) che ha consentito, in sinergia con l’Assessorato alle Attività produttive e d’intesa con l’Assessorato al Bilancio, di versare nelle casse regionali oltre 17 milioni di euro.

Crediti a medio termine per la ricapitalizzazione societaria sono stati concessi alle cooperative Comunità di Ribera (Ag) che gestisce un camping; Ifs Tecnica di Palermo che opera nel comparto della ristrutturazione edilizia; La Margherita di Siracusa che gestisce una comunità alloggio per disabili psichici; Solidarietà ed azione di Mazara del Vallo (Tp) che fornisce assistenza sociale non residenziale a soggetti svantaggiati; Met di Trecastagni (Ct) che distribuisce caffè in cialde ; Tempi Nuovi di Siracusa che svolge lavori di disinfezione e disinfestazione e Consorzio Sol. Calatino che associa 25 cooperative sociali tutte operative nel territorio del calatino Sud-Simeto. Un credito a medio termine per investimenti è stato concesso alla cooperativa Aronica e Caico di Licata (ag) che svolge attività di pompe funebri.

Sono stati deliberati,inoltre, crediti di esercizio per le cooperative Arcobaleno di Vittora (Rg) che trasforma e commercializza prodotti agricoli dei soci ; I Girasoli di Scordia (Ct) che svolge attività nel settore socio-sanitario; La Plaza di Mazara del Vallo che gestisce discoteche e sale da ballo; Punto stampe di Caltagirone che gestisce una tipografia; sono invece di palermo l’Accademia di musica Clara Schumann che organizza corsi di musica e concerti; Cima che commercia al dettaglio prodotti surgelati ; Terre di Sicania service che organizza fiere ed eventi nel capoluogo; Agricantus che gestisce un teatro; Energing che progetta e realizza impianti elettrici; Clct broadcasting che gestisce uno studio di produzioni televisive e cinematografiche.

Ben 21 sono i crediti di esercizio per lo start-up di impresa concesso a cooperative di nuova costituzione. Quattordici sono le coop di Palermo : Progetto Olimpo che intende gestire un supermercato; Cucina la mamma che gestisce un ristorante pizzeria; Isolhitech Innovazione e ricerca che si occupa di studi e progettazioni ; Matrach che gestisce un ristorante; Carameo che opera nel settore della ristorazione; Daele che commercia in mobili per la casa: Expo Sicilia 2014 che gestisce un wine-bar; Kitico che gestisce un pub e ristorante; Libe che fornisce servizi di certificazione europea; Ecofashion group che fabbrica articoli da viaggio, pelletteria e selleria; Senza pensieri che gestisce una scuola dell’infanzia;.Futuro eco sostenibile che commercia detersivi alla spina; Pogi che gestisce un self service; Treppi elettronica che opera nel settore della telefonia cellulare; Vinodivino che gestisce una enoteca.

Altri crediti di esercizio per lo start-up di impresa sono stati concessi alle cooperative; Servizi imprese di Avola che gestisce un centro di elaborazione dati contabili; Edone’ di Graniti (Me) che gestisce un agriturismo nel Parco naturale dell’Alcantara; Laborintegra di Vizzini (Ct) che fornisce pasti pronti; Cms di Caltagirone che opera nel settore dell’edilizia residenziale; gli agricoltori del tirreno di Monforte San Giorgio (Me) che si occupa di commercio solidale di prodotti agricoli; Trepiu’ di Campobello di Mazara (Tp) che commercia ed assembla manufatti in legno.

Infine, contributi per abbattere gli interessi applicati su finanziamenti provenienti dal sistema bancario sono stati concessi alle cooperative L’Airone, Consorzio tartaruga e Consorzio Glicine di Palermo, Matusalemme di Bagheria (Pa), Saturno di Giardinello (Pa) e Quetzal la bottega solidale di Modica (Rg).

Soddisfazione per l’operato dell’Ircac è stata espressa dal commissario straordinario Antonio Carullo:» Nel 2014- sottolinea- sono state finanziate 168 cooperative per un ammontare complessivo di 12 milioni e 850mila euro».