Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 1040
RAGUSA - 24/10/2014
Economia - La convenzione per l’avvio dei lavori sembrava cosa fatta e invece...

Raddoppio Rg-Ct: rinvio a novembre

Si attende ora che la società possa rispettare i tempi dettati dal Ministero delle Infrastrutture Foto Corrierediragusa.it

Il 24 ottobre doveva essere il giorno della firma della convenzione per l´affidamento dei lavori della Ragusa-Catania ma non è stato così. La firma è ancora una volta saltata e rinviata alla prima settimana del prossimo mese. Alla documentazione depositata da parte della Tecnis, società catanese che dovrà realizzare il raddoppio di carreggiata , manca ancora una relazione tecnica per cui si è reso necessario un ulteriore slittamento della data. La società aveva chiesto di potere firmare la convenzione a metà novembre ma il ministro ha posto un aut aut, per cui l’atto dovrà essere formalizzato necessariamente entro il periodo compreso tra il 3 o il 7 novembre pena la riattivazione per intero delle procedure riguardanti la documentazione da presentare in quanto oltre la data ultima del 7 alcuni documenti risultano in scadenza e devono necessariamente essere rifatti.

Si attende ora che la società possa rispettare i tempi dettati dal Ministero delle Infrastrutture. Dice la senatrice Venerina Padua: "Se ciò non dovesse accadere, è chiaro che per il futuro di questa infrastruttura, quando ormai l’avvio dei lavori sembrava ad un passo, i tempi si allungherebbero ulteriormente". La Tecnis da parte sua ha confermato che verranno rispettati i tempi e che la firma arriverà in tempo per potere passare alla fase successiva e avviare questo progetto.


cosi re pazzi
24/10/2014 | 22.06.59
turi

Aiii mmerica!


Ma ci credete ancora?
24/10/2014 | 15.26.29
il criticone

Ma ci credete ancora in questo raddoppio o sono le solite balle dei politici locali. Vi prego, giornalisti, siate più seri nel dare notizie e non fatevi prendere per i fondelli da quei politici che continuano a raccontare panzane.