Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 942
RAGUSA - 25/07/2014
Economia - Ci si avvia verso la normalizzazione

Nominato il consiglio camerale della CamCom

Passo avanti verso l’elezione del nuovo presidente che segue le dimissioni di Sandro Gambuzza. In lizza per la presidenza, la Cna e la Confcommercio, che punterebbe su Salvatore Guastella Foto Corrierediragusa.it

La Camera di Commercio si avvia verso la normalizzazione. Con la nomina del Consiglio camerale a seguito del decreto emesso dal presidente della Regione Rosario Crocetta, si compie un passo avanti verso l’elezione del nuovo presidente che segue le dimissioni di Sandro Gambuzza e la fase commissariale. Il decreto, che è stato trasmesso alla Gazzetta Ufficiale per la necessaria pubblicazione ed all’assessorato alle attività produttive che vigila sulle Camera di Commercio, di fatto mette fine al periodo di assenza degli organi di amministrazione regolare dell’ente camerale, dopo che nel dicembre del 2012 per le anticipate dimissioni di un numero superiore ad un terzo dei componenti del consiglio, lo stesso fu dichiarato decaduto dalla Regione e si concluse anzitempo la consiliatura che aveva visto la presidenza di Sandro Gambuzza.

L’atteso passaggio alimenta la fibrillazione fra le varie categorie che dovranno raggiungere l’accordo per eleggere il nuovo presidente. Appena il decreto sarà notificato a cura del competente assessorato, che fisserà anche la data della prima riunione con all’ordine del giorno la elezione del presidente, la Camera di Commercio di Ragusa, che peraltro è in questo momento interessata come tutte le altre Camere di Commercio al complesso processo di riorganizzazione e di revisione funzionale nell’ambito della riforma della Pubblica amministrazione, potrà ritornare a svolgere la propria attività gestita direttamente dal mondo delle imprese come a suo tempo voluto dalla legge di riforma delle Camere di Commercio del 1993.

Il nuovo consiglio camerale è così composto: Sandro Gambuzza, Francesco Tolaro, Gianfranco Cunsolo, Pietro Greco e Agatino Antoci (Agricoltura); Giovanni Brancati, Carmela Dipasquale, Giuseppe Massari, Maria Carmela Modica Belviglio (Artigianato); Giorgio Cappello, Marco Cascone, Rosa Chiaramonte (Industria); Giuseppina Vaccaro, Marcella Gennuso, Sergio Magro, Salvatore Guastella, Giombattista Giudice, Angelo Chessari (Commercio); Emanuele Lo Presti (Cooperazione), Rosario Dibennardo (Turismo); Angelo Raniolo (Trasporti e spedizioni); Giuseppe Giannone, Davide Guastella (Servizi alle Imprese), Luigi Brandolani (Credito), Roberto Biscotto (Altri servizi), Giovanni Avola (Organizzazioni sindacali), Marco Tanasi (Consumatori), Giuseppe Re (Liberi Professionisti).

Sarà una lotta fra le varie associazioni di categoria, che eleggeranno il presidente in base agli accordi fra di loro e alla maggioranza che verrà fuori. Salvo sorprese, stando alle indiscrezioni trapelate in passato, il nuovo presidente dovrebbe essere espressione della Cna, ma la Confcommercio, rappresentata da ben 6 membri nel consiglio, rivendica la leadership e fra i nomi più gettonati c’è quello del vittoriese Salvatore Guastella.