Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 612
POZZALLO - 22/10/2012
Economia - L’inaugurazione nell’area di 8 mila quadri è prevista per l’8 e 9 dicembre

Al Centro Asi di Pozzallo nasce "Inventa design"

Emanuele Iemmolo, l’imprenditore-coraggioso che ha «inventato» Gruppo Inventa, parla della mega struttura che sta per diventare progetto concreto: «INVENTA DESIGN, nasce con lo scopo di offrire la soluzione ideale «chiavi in mano» al cliente»
Foto CorrierediRagusa.it

Emanuele Iemmolo (foto), 49 anni, un vulcano attivo 365 giorni l’anno. Lui, a differenza dei fenomeni naturali non si concede sosta. Pensa, progetta, crea, realizza. Dall’alba a quella successiva. Prima nella mente, poi sulla carta, quindi in un’area di 8.000 metri quadri posta su due livelli che sorge nella zona strategica dell’Asi di Pozzallo, a un tiro di schioppo dal porto, dalla superstrada (per ora) Ragusa –Catania e dall’autostrada Siracusa-Gela, vedrà la luce «Inventa Design». Se poi punti il binocolo all’orizzonte verso sud-ovest, come per osservare il tramonto, scorgi i lussuosi alberghi di Malta raggiungibili in un’ora e mezza di catamarano e l’inconfondibile architettura araba della Tunisia e della Libia. Crisi? Ma quale crisi! Emanuele Iemmolo la crisi la conosce e la evita esorcizzandola. «La nostra crisi –dice sicuro- è povertà di relazioni, non economica. Per questo ricomincio con un nuovo progetto che spalanca il nostro territorio all’intero bacino del Mediterraneo».

Emanuele Iemmolo, leader dello storico «Gruppo Inventa», è uno spirito inquieto, capricci della natura, che male bilancia la sedentarietà fisica e mentale di alcuni e i bioritmi troppo elevati di altri. Una inquietudine che ora prende forma in un progetto unico in tutto il Sud Italia, che fa l’occhiolino al Mediterraneo come traguardo possibile, è una vera e propria sorpresa.

Direttore Iemmolo, ci parli della struttura.
«Il nuovo punto vendita, di 8.000 metri quadri su due livelli, sorge in un’ area strategica, la zona ASI di Pozzallo a pochi metri dal porto e contemporaneamente dal centro città. Quest’area da qualche anno accoglie tante nuove aziende notevolmente conosciute a livello provinciale e si presta bene a questo tipo di grandi strutture per gli ampi spazi a disposizione e per la viabilità comoda e scorrevole. La nuova struttura, grazie ai collegamenti diretti con la superstrada Ragusa-Catania, con l’autostrada Siracusa –Gela, ed in particolar modo grazie alla vicinanza al porto, accoglierà facilmente i clienti del versante orientale della Sicilia e i maltesi che quotidianamente transitano dalla vicina isola di Malta. La posizione geografica in cui ci troviamo ci permette infatti di allargare gli orizzonti ai nostri dirimpettai e quindi alla Tunisia, al Marocco ed alla Libia. Inventa design è il nome di battesimo del nuovo centro commerciale, ma è anche un nuovo modo di progettare lo sviluppo commerciale del territorio, che non può prescindere dal valorizzare innanzitutto le relazioni tra luoghi, enti e idee: questa oggi è la vera svolta!»

Quanto tempo è passato dall’ideazione alla fase finale del progetto?
«L’idea di rinnovare la mia trentennale attività imprenditoriale è stata sempre presente in me: sono una persona che ha costantemente bisogno di nuovi stimoli per crescere e per non appassire. L’idea progetto, è stata dunque pensata da me parecchi anni fa; dar forma e concretezza ad un pensiero simile, non è stato semplice sotto tutti i punti di vista. Le difficoltà burocratiche, a differenza di quelle tecniche, sono quelle che mi hanno maggiormente ostacolato ed hanno allungato notevolmente i tempi sulla realizzazione della struttura. Ma la tenacia e la passione per questo lavoro, sono state le armi vincenti che mi hanno dato la forza di proseguire».

Quali sono state le maggiori difficoltà? E’ soddisfatto delle riposte ricevute dalle istituzioni provinciali e regionali, e dalla burocrazia locale? E il settore creditizio come ha risposto?
«Burocrazia locale, istituzioni provinciali e regionali sono state la vera «nota dolente» per chi vive in questo paese. Spesso chi ha voglia come me di mettersi in gioco, d’investire, di migliorare il territorio che ci circonda, viene scoraggiato dagli intoppi con gli enti, dalle problematiche burocratiche, dalla mancanza di punti di riferimento, aggravato da uno «scaricabarile» di responsabilità continuo. Tutto ciò produce dei danni economici importanti, che spesso inducono l’imprenditore ad investire fuori dall’Italia».

Cosa offre di nuovo alla clientela questa struttura commerciale e quali sono i vantaggi differenziali rispetto al Gruppo Inventa già esistente?
«Si tratta di un «momento di esplorazione emozionale», come mi piace definirlo, un’esplorazione che diventa possibilità di conoscenza, di scavo della superficie per raggiungere la pienezza della profondità. Si parte dall’architettura, dalla tecnologia, dalle scienze che si prendono cura del benessere dell’uomo per giungere alle possibilità di arredamento. I mobili, i colori, i complementi non sono altro che le parole di una storia d’amore, quella che ciascuno intreccia con gli ambienti in cui vive. Queste idee si concretizzeranno con una vastissima offerta merceologica che proporrà al cliente tutto ciò che serve a rifinire una casa, un albergo, un ufficio, uno spazio esterno: pavimentazioni di ogni genere (ceramiche, parquet, moquette ecc…), sanitari ed annessi, carte da parati, pitture murali, rivestimenti, porte e suoi accessori, arredi di ogni stile e personalizzati, illuminotecnica, illuminazione artistica, complementi d’arredo quali quadri, specchiere, oggetti, complementi tavola e cucina, addobbi, tendaggi e coordinati tessili, tappeti, ma anche complementi per l’esterno e l’ambiente piscina, come fontane, prati artificiali, arredi di ogni stile e materiale, case prefabbricate, illuminazione per esterni, ecc. Tutto ciò all’insegna della tecnologia più avanzata; basti pensare alla domotica, alle SPA più innovative, ai nuovi sistemi tecnologici applicati negli ambienti cucina, nelle zone living e notte. Allo stesso tempo la tecnologia dovrà fondersi con un alto livello emozionale dell’abitare: questa è la parola chiave che connoterà la nuova struttura».

Dove sta la differenza rispetto alle strutture commerciali tradizionali?
«L’area espositiva si presenta in modo completamente differente dalle esposizioni di mobili dai canoni tradizionali. Gli arredi sono collocati in oltre 50 unità abitative, ciascuna delle quali con un suo stile ben definito, con i suoi colori, i suoi profumi, la sua musica. Un percorso di stile che spazia dal moderno minimalista a quello più contemporaneo, dal classico lineare a quello barocco, con ambientazioni espressione del gusto coloniale, provenzale, esotico ed etnico. Un’impostazione simile desta emozioni e stimola il gusto e la creatività. La differenza sostanziale è evidente già nell’impostazione di base, dunque; gran parte del prodotto sarà «unico», in quanto fatto realizzare solo ed esclusivamente per noi. Nell’attuale negozio invece, continueremo ad avere prodotti conosciuti e contraddistinti da marchi rinomati».

Avrà fatto degli studi di settore per soddisfare le esigenze di una clientela particolare!
«Operando nel settore da decenni, la problematica più frequente che riscontro nelle coppie che si accingono a mettere su casa, è quella di avere una confusione mentale sugli stili da scegliere, sull’accostamento di una ambientazione all’altra, sulla difficoltà ad immaginare quale possa essere il risultato finale della propria casa; da tutte queste incognite, nasce il progetto INVENTA DESIGN, con lo scopo di offrire la soluzione ideale «chiavi in mano « al cliente; ciò avverrà non solo immaginando, ma toccando con mano il modello di casa che più risponda ai propri gusti. Stessa problematica per l’imprenditore che si accinge a realizzare una struttura ricettiva o un ufficio: da INVENTA DESIGN l’area contract ed office proporranno svariate tipologie di camere d’albergo, di uffici direzionali, presidenziali, operativi, tali da semplificare all’architetto o all’imprenditore la scelta del prodotto giusto. Inoltre le isole che verranno allestite all’esterno della struttura riprodurranno aree a verde allestite con arredo giardino, piscina, illuminazione a tema, addobbi per esterni come fontane ornamentali, statue ecc. Il progetto nasce dall’obiettivo di offrire al cliente tutto ciò di cui ha bisogno, semplificandogli l’arduo compito della scelta e offrendogli nella sua totalità il pacchetto «progetto casa».

In termini di maggiore occupazione locale, quanto potrà incidere il nuovo centro commerciale che sarà inaugurato?
«La nuova struttura, richiederà l’impiego di svariate figure specializzate nella vendita del prodotto, nell’informatica, nella logistica, nell’amministrativo, nell’accoglienza, nelle public relations e nella comunicazione. E’ indubbio che il personale scelto, dovrà avere una preparazione di base nel ruolo che andrà a ricoprire e naturalmente l’azienda curerà la formazione e la pratica. Oggi più che mai, è il rapporto umano con il cliente che fa la differenza! Preparazione, professionalità, disponibilità ad ascoltare e gentilezza, sono gli ingredienti giusti per avere successo».

Perché un imprenditore sente la necessità di investire milioni di euro in questo momento di forte crisi economica a livello mondiale? Per incoscienza imprenditoriale o per attaccamento affettivo al territorio?
«Sento una forte responsabilità personale e professionale nello svolgere il mio lavoro da sempre, ancora di più in questo momento di forte crisi. Credo che chi opera su qualunque territorio debba farsene interprete e portavoce, mettendosi in gioco e rischiando se la sua posizione e la sua indole glielo consentono. Ogni giorno incontro centinaia di persone, fisicamente e virtualmente, e credo fortemente che la ricchezza di un uomo risiede nelle sue relazioni personali. Del resto la mia storia personale lo dimostra bene: accanto a me c’è sempre stato un gruppo di persone volitive, in gamba e preparate, senza i quali avrei fatto ben poco. Per questo ho deciso di scommettere su questo territorio, perché lo amo e perché per me ha rappresentato una possibilità da cogliere e una sfida da vincere, ma ce ne sono ancora tante altre! E risiedono nei volti delle persone che incontrerò grazie alla nuova struttura e che rappresenteranno per me e per il territorio incommensurabile ricchezza: la crisi si combatte partendo da qui, da un nuovo modo economico di fare rete, non solo con i numeri».

Quando l’inaugurazione ufficiale?
«Ci siamo prefissati come data per l’inaugurazione l’8/9 dicembre, alle porte dell’imminente Natale! L’inaugurazione avverrà comunque diluita nel tempo grazie a tanti e interessanti eventi per aree geografiche che stiamo studiando, per dare a tutti quanti l’opportunità di partecipare e apprezzare nella dovuta maniera la nuova sede».


Un esempio per tanti....
27/10/2012 | 20.56.41
Giusy Giordanella

Un esempio per tanti.....
sicuramente per molti che, come me, si accingono al mondo dell´imprenditoria.
Un grande....come uomo, come amico e in particolare come imprenditore.
I COMPLIMENTI vanno a lui e a tutto il suo staff..sempre presenti,cordiali e disponibili..


Imprenditore al servizio della comunità!!!
25/10/2012 | 12.37.21
Savino

Emanuele Inventa «questo è il suo soprannome».
L´imprenditore che ha sempre esercitato la sua attività economica al fine di produrre benessere e servizi in modo professionale nella sua zona d´origine.
Un Imprenditore che da sempre organizzato la sua politica, a vantaggio della sua comunità,assumendosi il rischio d´impresa con tutti gli oneri inerenti alla conduzione di impresa al fine di ottenere un plusvalore economico per lui e per Pozzallo,anche in questi momenti di crisi.
Auguro a tutti voi di conoscere Emanuele!!!!


re-inventarsi è fondamentale
24/10/2012 | 22.33.46
lorena bragotto

Sapersi rinnovare, identificare nuove prospettive di crescita e tanto coraggio, sono indispensabili per combattere la crisi. Emanuele Iemmolo è un imprenditore geniale, sempre attivo, alla ricerca di innovazione. Un bellissimo esempio per questa Italia che si sta facendo travolgere dalla crisi.


complimenti
24/10/2012 | 21.19.21
Alessandro

Ho avuto il piacere di conoscere Emanuele da poco. Imprenditore con la I maiuscola.
Persona concreta, corretta, da prendere ad esempio.
In bocca al lupo per il tuo investimento che è sicuramente valido e di successo.


Il grande
22/10/2012 | 21.48.13
Piero Giannone

....il vero peccato e´ che gente come Emanuele in Italia c´è ne siano pochissimi......e oggi ancora di,più ....anziché piangersi addosso sul latte versato ...alzarsi tutte le mattine , sbracciarsi e correre ....ma non e da tutti...meglio piangere