Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:57 - Lettori online 770
MODICA - 11/03/2009
Economia - Modica: Giorgio Iabichella (Ugl) ha detto no alla apertura di 30 giornate festive

Modica: Ascom contro dipendenti

Azzarelli: "E’ un bastian contrario per partito preso e non ha nessun intento propositivo" Foto Corrierediragusa.it

Le chiusure festive mettono contro l’Ascom e l’associazione dei dipendenti. Giorgio Iabichella (Ugl) ha detto no alla apertura di 30 giornate festive nel corso dell’anno ed ha scatenato le proteste del presidente dell’Ascom Bruno Azzarelli (nella foto).

«Iabichella è un bastian contrario per partito preso e non ha nessun intento propositivo. In sede di riunione ha detto di essere d’accordo con le aperture festive ma poi si rimangia tutto con dichiarazioni che lasciano di sale. Iabichella è sicuro di tutelare così gli interessi dei lavoratori ? Non pensa di mettere a rischio i livelli occupazionali alla luce della grave crisi economica che il settore commercio attraversa»?

Amministrazione, associazioni di categoria e sindacati hanno tenuto a palazzo S. Domenico una riunione per stabilire criteri e modalità di apertura e chiusura nel corso dell’anno. Un punto di incontro è stato trovato su trenta aperture festive ma la presa di posizione successiva di Giorgio Iabichella, a nome della Ugl, ha rimesso tutti gli accordi in discussione.

Iabichella pone l’accento sull’aspetto delle garanzie e della tutela dei lavoratori « Diciamo no all’apertura a partire del 22 di questo mese; vogliamo prima che i datori di lavoro facciano emergere i casi in cui i diritti dei lavoratori non vengono rispettati. Solo in quel caso ci sentiamo di acconsentire ad altre aperture festive. Chiediamo al sindaco di farsi garante di queste nostre richieste»