Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 821
MODICA - 11/02/2014
Economia - I progetti dell’assessore regionale al turismo nella nostra intervista a Modica

Stancheris: navi da crociera a Pozzallo?

Per il territorio del Sud est non mancano le progettualità Foto Corrierediragusa.it

Michela Stancheris (foto) studia, lavora e si impegna per passare l´esame da "assessore". Davanti ad un cappuccino ed una tazza di cioccolata rigorosamente modicano il giovane assessore regionale al Turismo confessa: "Sarà l´anno della mia pagella. Ci sono tanti progetti partiti o in corso di avvio per il turismo siciliano. Dopo il primo anno di assestamento è partita la strategia di medio e lungo periodo". Michela Stancheris parla a ruota libera quasi fuori dal ruolo a conferma di essere persona diretta e senza tante sovrastrutture. Le idee sono chiare ma, come lei stessa ammette, deve fare i conti con una burocrazia che limita e rallenta anche se l´assessore crede molto nel suo lavoro. Michela Stancheris annuncia innanzitutto l´imminente pubblicazione dell´elenco ufficiale dei distretti del turismo: "Sarà pubblicato a fine mese ed i distretti saranno 27 con una dotazione complessiva di 25 milioni di euro. La commissione di tecnici ed esperti ha avuto mandato di privilegiare la qualità e so che il Distretto degli Iblei rientra in questa categoria. Vogliamo strutture agili e trasparenti che si dotino di una strategia efficace di mercato. Sono organismi vitali per la gestione turistica del territorio"

Per il territorio del Sud est che progetti ci sono?
Nel piano di programmazione regionale già approvato sono stati appostati quattro milioni di euro. Uno e mezzo servirà solo per operazioni di co marketing, ovvero di promozione del territorio. In questo piano rientra per esempio un Press tour interamente finanziato dalla Regione per 35 giornalisti delle più importanti testate britanniche, 29 febbraio-3 marzo, che saranno nel sud est per conoscere il territorio, la sua offerta, le sue strutture, spesso sconosciute. Ho notato nelle mie visite che esistono molte strutture di qualità, di primo livello che non riescono a penetrare sul mercato. Il territorio da solo non ce la fa enoi gli veniamo incontro. Nel piano è previsto anche la formazione degli attori che operano nel turismo, l´istruzione all´accoglienza per dipendenti degli enti locali, per esempio vigili, ristoratori, personale d´albergo.

Aeroporto di Comiso. Quali prospettive?
Diciamo che come Regione ci siamo impegnati al massimo e solo grazie a noi è stata possibile l´apertura. Alla Bit farò personalmente un´operazione di co-marketing mettendo in gioco le mie competenze e conoscenze. E´ stato importante aprire al mercato irlandese grazie al volo su Dublino ma ora spingerò per i paesi scandinavi. Sono impegnata per trovare nuove rotte ma c´è anche un problema legato all´integrazione dello scalo con il territorio. Bisogna assicurare i collegamenti tra l´aeroporto e le varie città. Questo ruolo al nord è svolto dai privati ma qui stenta a decollare quindi bisogna creare tutta una serie di servizi attorno all´aeroporto che ancora non ci sono.

C´è un progetto per le navi di crociera al porto di Pozzallo?
Finora non ci sono contatti e non abbiamo sviluppato questo progetto. Le compagnie crocieristiche richiedono una serie di servizi che il territorio deve assicurare perchè il solo porto non basta anche se l´aeroporto può risultare di grande aiuto".