Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 836
MODICA - 15/11/2013
Economia - Argomento oggetto della conferenza dei capigruppo del Consiglio comunale

Riscossione Sicilia troppo dura con le imprese? Ora basta

Approvato all’unanimità il documento presentato dalla Cna territoriale

La conferenza dei capigruppo del Consiglio comunale ha approvato all’unanimità il documento presentato dalla Cna territoriale sui contestati atteggiamenti assunti dall’ex Serit, oggi Riscossione Sicilia, nei confronti delle piccole e medie imprese, che si ritengono "vessate" per le continue ingiunzione di pagamento. La decisione è stata presa nel corso di una seduta dell’organismo consiliare alla presenza dei rappresentanti dell’associazione di categoria, a cominciare dal presidente Giovanni Colombo con il responsabile organizzativo Carmelo Caccamo. Dice il presidente della Cna: "Abbiamo avuto modo di registrare piena sintonia sul programma dei lavori. E’ stato stabilito che anche su altri argomenti si procederà con lo stesso metodo di coinvolgimento del civico consesso attraverso, cioè, la convocazione di conferenze dei capigruppo che diano il senso della compattezza su temi centrali per l’economia, allo scopo di garantire risposte alle numerose piccole e medie imprese della nostra città».

E´ stato deciso anche che il consiglio comunale si occupi in una seduta ordinaria, della vertenza aperta dalla organizzazione di categoria. E’ stato poi illustrato un documento, peraltro recepito da alcuni civici consessi dei comuni della provincia, che diventerà un ordine del giorno da discutere in sede di consiglio comunale. Nel documento si indicano alcune misure legate alla riscossione che andrebbero modificate con intervento legislativo ed è per tale ragione che l’interlocuzione va fatta con il governo nazionale e regionale. Nelle proposte avanzate c’è anche quella di un incontro con il presidente dell’Anci Sicilia per allargare la interlocuzione della vertenza. Il Presidente del consiglio comunale Garaffa, da parte sua, si è impegnato a proporre il documento della Cna alla consulta provinciale dei presidenti dei consigli comunali della provincia.