Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1201
ISPICA - 19/03/2012
Economia - Vertice con il direttore dell’organismo Giovanni Avola

Confronto produttivo tra i costruttori e la Cassa Edile

Gli interessati hanno evidenziato che, nella maggior parte dei casi, il pagamento della Cassa edile è interpretato come un’ulteriore tassa alle imprese
Foto CorrierediRagusa.it

I costruttori si sono confrontati con il direttore della Cassa edile, Giovanni Avola (foto). Molte le novità emerse, durante l’incontro organizzato dalle sezioni della Cna di Ispica e Pozzallo. I costruttori hanno evidenziato che, nella maggior parte dei casi, il pagamento della Cassa edile è interpretato come un’ulteriore tassa alle imprese. Considerata la crisi economica, molte ditte la pagano, nonostante non abbiano lavorato o non siano state retribuite. Chiedendo, inoltre, ad Avola uno snellimento della burocrazia per ottenere il Documento unico di regolarità contributiva (Durc) in termini rapidi.

A loro avviso, non è infatti possibile attendere le lungaggini imposte da Inps o Inail nel verificare una singola posizione. E hanno infine lamentato il fatto che, nonostante il lavoratore sia impiegato, anche se diverse settimane, per mezza giornata, la Cassa edile debba essere pagata per l’intera giornata. Tutto ciò, denunciano, grava sulle casse del tessuto imprenditoriale.

Avola ha superato l’ostilità dei costruttori, fornendo esempi pratici, in grado di far comprendere le modalità nel rilascio del Durc, le possibili agevolazioni che hanno le imprese e i lavoratori in termini di rimborso per malattia, infortunio, rimborso quota previdenziale, rimborso Cigo per gli apprendisti (quest’ultima una novità), rimborso Edil card per titolari di imprese.

Sul fronte dei servizi, il direttore della Cassa edile si è messo a disposizione, utilizzando il canale della Cna per verificare le singole posizioni che saranno avanzate dagli artigiani iscritti all’associazione, cercando di superare delle criticità che spesse volte, seppur banali, creano danni all´impresa.

È stata inoltre fornita anche la possibilità, attraverso un portale web dedicato alle imprese, di poter controllare la propria posizione, i versamenti, la situazione relativa a crediti e debiti, verificare lo stato dei Durc, effettuare direttamente i versamenti. Infine è stato chiesto di rivolgersi all’ente Sfera per fare ottenere i rimborsi delle spese effettuate nell’acquisto dei dispositivi di sicurezza: elmetti, scarpe, giubbotti per i dipendenti. La Cna ha però richiesto che i dispositivi utili ad ottenere i rimborsi siano inviati alle imprese direttamente da Sfera.