Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 658
RAGUSA - 24/10/2011
Cultura - Aveva 85 anni, accademico dei Lincei, è stato direttore della scuola archeologica italiana di Atene

Morto Antonino Di Vita, "il padre di Kamarina"

I funerali martedì alle 15 nella chiesa di S. Pancrazio al Gianicolo a Roma Foto Corrierediragusa.it

Se n´è andato il «Padre di Kamarina». Era conosciuto così nel mondo dell’archeologia di tutto il mondo Antonino Di Vita, 85 anni, originario di Chiaramonte Gulfi. Di Vita era stato appena un anno fa sui luoghi del sito archeologico per lanciare un appello contro l’erosione costiera che minaccia la stessa sopravvivenza di uno dei siti più importanti di tutta la Sicilia come colonia greca.

Antonino Di Vita era accademico dei Lincei ed a lui si devono importantissime ricerche archeologiche ed approfonditi studi, che hanno rappresentato la base per ulteriori ricerche e missioni di scavo in Italia e all´estero. Per molti anni, Di Vita ha operato in Grecia, dove è stato anche direttore della Scuola italiana di archeologia di Atene. Completata la sua missione ed andato in pnesione, Antonino Di Vita era tornato a vivere in Italia, scegliendo Roma come residenza.

Il direttore del parco archeologico di Kamarina e docente all´Università della Calabria, Giovanni Di Stefano, che di Di Vita è stato allievo, lo ricorda con commozione: «Con la sua morte scompare uno dei padri dell´archeologia italiana. Uomo e archeologo di enorme carisma, di straordinaria intelligenza e di eccezionali capacità di ricerca scientifica, sia come studioso e funzionario dell´amministrazione del ministero dei Beni Culturali, sia come accademico».
Di Stefano ricorda che «Antonino Di Vita è stato il "padre" di Kamarina. Nel 1958, dopo Paolo Orsi, ha ripreso gli scavi nella città. Da allora in tutti questi anni, è stato sempre vicino a me ed a Paola Pelegatti, che abbiamo continuato le ricerche a Kamarina e nel Ragusano. Oggi piangiamo la perdita irreparabile di un grande siciliano».

I funerali di Antonino Di Vita saranno celebrati domani, alle 15, nella basilica di San Pancrazio al Gianicolo, a Roma.

Alla famiglia Di Vita le condoglianze del Corriere di Ragusa.


i grandi ci lasciano nelle fauci dei nani
24/10/2011 | 18.12.05
Donato Grande

Il prof. De vita ci ha lasciati; ci ha lasciato un grande vuoto da colmare, mentre il territorio, il paesaggio ed i nostri beni culturali continuano ad essere sbranati da famelici nani al potere...