Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1293
RAGUSA - 21/11/2010
Cultura - Ragusa: Ibla Classica, la rassegna musicale si amplia

Parte in grande stile la stagione del Donnafugata

Dal palco è stata Costanza Di Quattro, responsabile organizzativa assieme alla sorella Vicky, a fare gli onori di casa Foto Corrierediragusa.it

Un inizio in grande stile, degno del meraviglioso gioiello barocco che fa da cornice all’evento. Si è aperto il sipario al Teatro Donnafugata per l’avvio della ricca stagione 2010-2011, tra jazz, prosa e musica classica. E con l’apertura delle tende rosse si è aperto anche un fermento culturale che darà nuova vita a Ragusa Ibla dove, fino a giugno 2011, si terranno i numerosi e variegati appuntamenti che compongono il cartellone sapientemente curato dal direttore artistico Giovanni Cultrera.

Dal palco è stata Costanza Di Quattro, responsabile organizzativa assieme alla sorella Vicky, a fare gli onori di casa e a dare il via alla stagione che vede tra gli artisti anche tanti ragusani così come caldeggiato dal sindaco Nello Dipasquale e dagli altri rappresentanti istituzionali nel corso della conferenza stampa di presentazione. Già ieri sera un positivo riscontro, con in pratica il tutto esaurito, per il primo appuntamento che ha visto l’esibizione del gruppo «ImproGressive Jazz Trio».

Un numeroso ed attento pubblico ha assistito ad un concerto di grande impatto, dove le raffinate esecuzioni hanno creato atmosfere musicali capaci di rapire facilmente i presenti, accompagnandoli simbolicamente per mano nello straordinario viaggio emozionale che è rappresentato dalla musica. Il gruppo, tutto ragusano, composto da Maurizio Morello, Paolo Battaglia, alle chitarre elettriche, ed Enzo Di Raimondo, alla batteria, ha saputo emozionare attraverso una combinazione di musica creata ed improvvisata, capace di trasmettere un ulteriore movimento ed energia.

Quello di ieri sera si rivelato essere un successo annunciato per la bravura e la passione dei componenti, ma anche per la particolarità e la ricercatezza delle sonorità, unite a quell’ingrediente che stravolge e ricompone tutto, e cioè l’improvvisazione degli artisti che attraverso la loro simbiosi è capace di coinvolgere ulteriormente i sensi. Un mondo vicino al jazz e al progressive rock che ha dato già tanti riconoscimenti agli «ImproGressive Jazz Trio». La loro musica è stata descritta come "composizione istantanea", "musica improvvisata, creativa, attuale, intuitiva e astratta".

L´esibizione è orientata all’organizzazione dei suoni in tempo reale nello stesso momento in cui i suoni (e i silenzi) sono creati, attraverso la pratica dell’improvvisazione e dell’incontro dei musicisti nelle pieghe delle dinamiche, nei timbri, nei linguaggi e nei dialetti e in tutti quegli elementi che non possono essere inclusi in una semplice sintesi, o in un linguaggio dalla struttura rigida. Con la nuova stagione torna anche il «dopoteatro», ovvero la possibilità di stare insieme agli artisti mentre si degustano prodotti tipici, in parte messi a disposizione dagli sponsor, e ottimi vini offerti dall’azienda Valle dell’Acate per un buffet curato ieri dalla Caffetteria Donnafugata.

Per il prossimo appuntamento, il 3 dicembre alle 20, spazio al teatro con la sezione «Ibla prosa». In scena «Orgasmo e pregiudizio», una commedia brillante prodotta dal Teatro dei Satiri di Roma. La stagione gode del patrocinio di Comune e Provincia e del supporto di numerosi sponsor. E’ già in corso la campagna abbonamenti e maggiori informazioni e il programma completo sono disponibili sul sito www.teatrodonnafugata.com in continuo aggiornamento.

LA STAGIONE 2010-11 DEL TEATRO DONNAFUGATA
Eventi e spettacoli per la stagione 2010/2011 del Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla. Ibla Classica, la rassegna musicale che ha finora caratterizzato i pomeriggi domenicali nel quartiere barocco, è cresciuta e ha ampliato i suoi orizzonti. Un processo naturale di sviluppo ed evoluzione derivanti dal duro lavoro e dal grande successo degli scorsi anni. Immutata la location, il magico palco del teatro Donnafugata di Ragusa Ibla che ospiterà anche una sezione dedicata al jazz, con cui tra l’altro si inizia domani, e una sezione per la prosa. Un ricco e variegato programma che compone l’intera stagione, potenziata grazie al connubio tra l’Agimus, il direttore artistico Giovanni Cultrera e le due sorelle Di Quattro, Costanza e Vicky, responsabili organizzative e componenti della proprietà della splendida struttura.

Prima grande novità sarà l’apertura ad un più vasto panorama musicale e letterario, arrivando ad abbracciare altri generi, come per l’appunto il jazz e la prosa, in modo da offrire una proposta ancora più esaustiva, capace di soddisfare in pieno le differenti aspettative del pubblico, sia affezionati che turisti. Si inizia così con la prima sezione, «Ibla Jazz» con «ImproGressive Jazz Trio» con i musicisti Battaglia, Di Raimondo e Morello.

Altra sezione in programma è «Ibla Prosa», con due spettacoli coinvolgenti che evidenziano la traccia di grande viaggio culturale lanciata dall’organizzazione. Poi c’è il grande ritorno per «Ibla Classica International», giunta alla VI edizione, che a partire dal 16 gennaio 2011, con l’organizzazione dell’Agimus, offrirà 13 incontri di grande musica, con ospiti d’eccezione, grandi artisti del panorama internazionale.

Presenti alla conferenza stampa, oltre al direttore artistico e alle due giovani responsabili organizzative, anche il sindaco di Ragusa, Nello Dipasquale, e il presidente del Consiglio provinciale, Giovanni Occhipinti in rappresentanza della Provincia regionale. Dopo i ringraziamenti da parte delle responsabili organizzative Costanza e Vicky Di Quattro alle istituzioni e ai numerosi sponsor privati che hanno appoggiato l’evento, il maestro Giovanni Cultrera ha presentato l’intero programma della stagione, puntando l’attenzione sui numerosi musicisti di grande calibro che si esibiranno, e ricordando che anche quest’anno i concerti di Ibla Classica si apriranno con l’esibizione di giovani talenti della provincia di Ragusa, importante momento di valorizzazione del territorio attraverso la bravura di esemplari rappresentanti.

Il sindaco Nello Di Pasquale, durante la conferenza stampa, ha puntato l’attenzione sull’importanza della valorizzazione di questi momenti culturali in stretto abbinamento con gli artisti e ha fortemente ringraziato gli organizzatori per gli sforzi compiuti anche nel reperire gli sponsor privati. Dello stesso avviso il presidente del Consiglio provinciale, Giovanni Occhipinti secondo il quale ben si coniuga l’arte proposta nelle sue diverse sfaccettature con l’arte monumentale del quartiere barocco.

Altra novità che accompagnerà quest’anno tutto il programma, composto da 19 appuntamenti, sarà il «dopoteatro» all’interno dei foyer, con piccole degustazioni e con la possibilità di conoscere e parlare direttamente con gli artisti. Tanti quindi i cambiamenti, ma rimane immutata la professionalità e l’identità di una stagione elegante e raffinata che, come negli scorsi anni, riuscirà ad aggraziarsi il pubblico, meritandone il caloroso apprezzamento. Alla conferenza stampa è intervenuto anche Peppe Basile, presidente nazionale dell’Agimus.