Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 851
MODICA - 22/03/2010
Cultura - Quattro poeti nel salotto della casa di via Posterla

Celebrata la giornata della poesia a casa Quasimodo

L’edizione 2010 è stata incentrata sul tema dell’avvicinamento tra le culture
Foto CorrierediRagusa.it

Una serata all’insegna della poesia. E’ quella promossa dal parco letterario Quasimodo in occasione della giornata mondiale della poesia, istituita nel 1999 dall’Unesco.

L’edizione 2010 è stata incentrata sul tema dell’avvicinamento tra le culture e su questo terreno si sono confrontati quattro poeti di estrazione diversa nel contesto del salotto della casa natale di Salvatore Quasimodo in via Posterla.


Al leggio si sono alternate Nadia Dublaliy, una poetessa marocchina con le sue selezioni di poesia araba, Coletta Sturme, arabista, che ha letto il poeta arabo di Sicilia Ibn Hamdis, Giuseppe Di Noto, poeta siciliano, con una raccolta di poesie in vernacolo legate alla tradizione, Ernesto Ruta (nella foto) del parco letterario «Quasimodo» che ha recitato testi legati al paesaggio siciliano.

L’incontro a casa Quasimodo è stato anche l’occasione per promuovere una raccolta permanente presso la casa natale del Nobel modicano dal titolo «La mia poesia» cui potranno aderire quanti visitano o sono vicini al parco letterario.

Il parco «Quasimodo» è stato tra i sette in Italia ad aderire alla giornata mondiale della poesia confermando la sua vocazione ed il suo impegno verso la valorizzazione non solo dell’opera di Salvatore Quasimodo ma anche di tutte quelle risorse del territorio che a Quadimodo, ed in genere alla letteratura, si ispirano.