Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 1077
MODICA - 17/08/2009
Cultura - Modica: le opere delle tre artiste potranno essere ammirate fino al 30 agosto

"Le Siciliane" in mostra a palazzo Grimaldi

Espongono Tiziana Alemanni, Rosa Cerruto e Stefania Corallo Foto Corrierediragusa.it

E´ visitabile tutti i giorni fino al 30 agosto al Palazzo Grimaldi di Modica, dove ha sede l’omonima Fondazione, la mostra «Le Siciliane», che vede protagoniste le artiste Tiziana Alemanni, Rosa Cerruto e Stefania Corallo (nella foto) con la partecipazione, inoltre, dell’artista di origine modicana Raimondo Ruggeri che, con le sue originali illuminazioni che fondono insieme estro e funzionalità, ha dato un contributo prezioso alla mostra.

Tiziana Alemanni, stilista orlandina, inizia la sua formazione nell’azienda di famiglia, ove acquisisce tecnica ed esperienza, per poi proseguire nei Laboratori Toscani. Nel 2000 apre un proprio spazio, «Tele d’Aracne», iniziando una sperimentazione su tessuti, colori e forme, che la porterà ad approdare sino alle Collezioni Alta Moda e Sartoria Teatrale. Da quest’anno, inoltre, la Sartoria è divenuta Azienda, assumendo il marchio «Tiziana Alemanni». Per l’occasione, con le creazioni presenti in mostra, la stilista ha reinterpretato in maniera personale il barocco siciliano, di cui Modica è degna rappresentante.

Rosa Cerruto, illustratrice e laureata in architettura presso l’Università di Venezia, dopo alcuni trascorsi, dapprima in Olanda e poi in Spagna, decide di fare ritorno nella sua città natia, Modica, per coltivare la sua passione di disegnatrice. Le sue illustrazioni ritraggono ambienti, personaggi e tradizioni della terra sicula, rappresentati sia in chiave ironica che amara. Le raffigurazioni vignettistiche le concedono una sensazione di libertà che il disegno tecnico non è in grado di offrirle. La mostra ci presenta uno spaccato della sua produzione artistica relativa ad illustrazioni inerenti la Città della Contea.

Stefania Corallo, artista comisana di nascita ma modicana d’adozione, ha coltivato la propria passione per la fotografia realizzando alcuni reportage sia sul continente africano, effettuato dopo un lungo viaggio in Guinea durato due mesi, sia sulla senilità, vista con gli occhi di chi, come lei, ha svolto dapprima volontariato e, successivamente, ha lavorato all’interno di case di riposo.

Le sue sono fotografie di denuncia che cercano di mostrare gli aspetti più inediti delle cose. In mostra, a Palazzo Grimaldi, ha presentato un reportage fotografico sulle luminarie in Sicilia, usate per addobbare le città durante le feste patronali e le festività in genere, forte peculiarità anche del nostro territorio. La mostra sarà visitabile fino al 30 agosto.