Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 1033
MODICA - 15/06/2009
Cultura - Modica: nel decimo anniversario della scomparsa

Modica ha ricordato Federica Poidomani Dolcetti

Gli ex allievi della pianista si sono esibiti in alcuni dei brani a lei più cari Foto Corrierediragusa.it

Federica Poidomani Dolcetti nel decimo anniversario della sua scomparsa è stata ricordata con un concerto tenuto sulla collina dell’Itria. La pianista di origine veneziana, ma trapiantata in città, ha costituito un felice connubio artistico con Raffaele Poidomani di cui fu compagna e moglie.

Gli ex allievi della Dolcetti si sono esibiti in alcuni dei brani a lei più cari, in gran parte di Chopin di cui la Poidomani fu interprete raffinata. Nello scenario incantevole di una cava di pietra con lo sfondo la città bassa Alfredo Spitaleri ha eseguito il Notturno della «Polacca op.53», mentre Paolo Baglieri, che proprio con la Poidomani è stato avviato allo studio del pianoforte, ha interpretato la «Polacca op.26 n.1» e due brani di Mussorgsky.

Maria Concetta Rosa ha poi accompagnato la lettura di Marcello Sarta (nella foto) di una poesia che Raffaele Poidomani ha dedicato alla moglie « Quando le tue mani un giorno». La serata si è conclusa con la proiezione di un video che ha per protagonista proprio Federica Dolcetti in un tour europeo ed al pianoforte presso la casa natale di Chopin mentre esegue la «polacca N.53».