Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:36 - Lettori online 1350
MODICA - 02/08/2016
Cultura - Evento ospitato giovedì alle 19 nel pregevole chiostro di S. Maria del Gesù

Mediterraneo mare antico, ne parla Sebastiano Tusa

Francesco Lucifora, direttore del CoCA, intervisterà l’autore del libro Foto Corrierediragusa.it

Al chiostro di S. Maria del Gesù a Modica Alta si parla di Mediterraneo. Giovedì alle 19 il soprintendente del Mare della Regione siciliana, Sebastiano Tusa, (foto) parlerà del suo libro «Primo Mediterraneo. Meditazioni sul mare più antico della storia». Francesco Lucifora, direttore del CoCA, Archivio biblioteca arti contemporanee, intervisterà l’autore sul libro che parla delle pluralità e delle complessità di questo mare e sugli elementi di fondo che ne hanno caratterizzato la lunga vicenda, dalla preistoria al medioevo.

Il mare più antico viene esaminato quale luogo di confluenza e di diffusione di merci, saperi e culture nell’ambito dei vari sistemi mercantili che resero ricchi i Minoici, i Micenei, i Fenici, i Greci ed i Romani. Ma viene investigato anche quale formidabile serbatoio di biomasse che hanno reso possibile la vita e lo sviluppo di numerose comunità costiere. Il viaggio di Tusa nel Mediterraneo è anche un percorso esistenziale, che investe in toto la sua dimensione di archeologo e di uomo che a questo mare piccolo-grande appartiene.