Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 1187
MODICA - 20/12/2015
Cultura - Il volume, finanziato e patrocinato dalla D.M.Barone, presentato all’Auditorium ""Floridia"

Arte e Architettura a Modica secondo Paolo Nifosì

L’opera è frutto di quasi 30 anni di studi, di ricerche, di approfondimenti Foto Corrierediragusa.it

Un dono alla città, uno scrigno di gioie, di gioielli di famiglia fatto di monumenti, palazzi, chiese, dipinti, stucchi e sculture. "Modica Arte e Architettura", l´elegante volume scritto da Paolo Nifosì con il corredo fotografico di Luigi Nifosì, racconta una storia viva, esaltante, vitale, per come la città si è arricchita nel corso dei secoli conservando e stratificando opere e monumenti di grande valore, pezzi da incastonare nella storia dell´arte siciliana e italiana ad un tempo. Giuseppe Barone nella sua presentazione davanti al qualificato pubblico dell´Auditorum "Floridia" ha raccomandato a tutti i presenti, e in principal modo agli amministratori, di non disperdere il lascito dello studio di Paolo Nifosì, perchè esso sia occasione per conservare e recuperare al meglio un patrimonio unico e che sia anzi punto di partenza di un progetto culturale ambizioso.

L´opera di Paolo Nifosì è frutto di quasi 30 anni di studi, di ricerche, di approfondimenti, di indagini che sono arrivate alla fine ad una trasparenza scientifica finora non registrata in altri studi sulla città. "Modica Arte e Architettura" fa dunque il punto sulla città partendo dal medioevo e arrivando al tardo 800´ mettendo insieme non solo architetti e progettisti ma anche maestranze, famiglie, mecenati, ordini religiosi e artigiani che hanno contribuito on uno sforzo sinergico ad abbellire una città altrimenti spoglia. Per Nifosì l´opera è l´ideale continuazione del suo "Maestri e Maestri della Contea di Modica" ma in questo caso si tratta di un lavoro ben più organico e approfondito grazie alle circa 400 pagine e le 300 foto che sfatano innanzitutto l´immagine di una città solo e soltanto barocca. Non è così perchè Modica ha un repertorio di monumenti medievali importati e tra i più pregevoli dell´area sudorientale. Castello, S. Niccolò inferiore, Convento di S. Maria del Gesù e del Carmine, per citare i siti più importanti.

Modica è poi luogo in cui una borghesia ricca e una aristocrazia illuminata, ben prima del terremoto del 1643, investono e incoraggiano la nascita della città. Un´età aurea, quasi un secolo d´oro, in cui c´è una grande operosità. Nifosì porta inoltre ala ribalta personaggi come Frate Marcello, architetto, progettista di S. Giorgio, urbanista o di Vincenzo Mirabella, mecenate e progettista del Santuario della Madonna delle Grazie. Ci sono anche scultori, scalpellini, maestranze, che a Modica arrivano anche dal circondario e abbeliscono palazzi e navate. Si rende nobile la città e, così come conclude Giuseppe Barone, da qui si parta per vincere la sfida della globalizzazione. Bene ha fatto dunque la D. M. Barone, azienda di distribuzione del farmaco, a finanziare e patrocinare il progetto editoriale perchè esso rinsaldi il legame dell´azienda con il territorio e resti non solo a futura memoria ma perchè sia oggi anche di mero godimento per i tanti amanti dell´arte e in genere della bellezza.