Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 890
MODICA - 12/02/2015
Cultura - Rassegna al via dal 13 febbraio e fino al 22 maggio

Jazz di qualità per intenditori e non al Convivio di Modica

Convivio Jazz Factory con progetti esclusivi e in parte inediti Foto Corrierediragusa.it

Immaginate un nutrito gruppo di cultori della musica jazz: musicisti per passione o anche per professione, critici del settore e attenti ascoltatori; e poi immaginate un luogo che possa accogliere ipotetici fruitori di possibili incontri tra questi musicisti, ovvero: concerti, proposte di progetti nati in loco e dalla loro collaborazione, rassegne e festival con in primo piano il jazz. Tutto questo è il Convivio Jazz Factory che nasce e si realizza al Convivio Food Experience di via Rocciola Scrofani a Modica. Nei mesi di novembre e dicembre scorsi si sono avute le prime esperienze come l’esordio dello stesso Convivio Ensemble, diretto dal contrabbassista Giuseppe Guarrella e come la serata dedicata al reading musicale «Amatissima Musica Jazz» con protagonista l’attore Carlo Cartier. Ora è il momento della Rassegna «Convivio Jazz Factory» che prende il via dal 13 febbraio per poi concludersi il 22 maggio 2015 e snodandosi attraverso due appuntamenti mensili. Il programma è ricco di progetti esclusivi e in molti casi inediti a partire da quello che aprirà la manifestazione che proporrà un incontro inedito tra la musica del batterista americano Jimmy Weinstein e il Convivio Ensemble di Giuseppe Guarrella con ospite la vocalist Lilli Santon.

Brani composti dal musicista americano saranno interpretati dall’ensemble sotto la conduzione dello stesso Weinstein che vanta collaborazioni con musicisti di primo piano del jazz internazionale. Una serata d’esordio da non perdere che farà da apripista agli altri appuntamenti a partire da quello del 27 febbraio che porterà sulla scena del Convivio Jazz Factory il quartetto del contrabbassista Alessandro Nobile, una formazione stellare che vede affiancati alcuni dei musicisti più rappresentativi del jazz italiano e siciliano. Si tratta di Paolo Sorge alla chitarra, Stefano Maltese ai fiati e Antonio Moncada alla batteria. Il quartetto presenterà l’inedito progetto «Southeast of My Dreams» che da anche il titolo ad una recentissima pubblicazione discografica dello stesso quartetto per l’etichetta Labirinti Sonori.

Due gli appuntamenti anche per il mese di Marzo e più specificatamente il 6 marzo con un altro progetto appena concretizzatosi, ovvero quello di una delle anime di questa rassegna e di tutto il Convivio Jazz Factory: mi riferisco al contrabbassista Giuseppe Guarrella, oggi fra i più apprezzati in Italia e dal curriculum prestigioso, non fosse altro per le sue svariate collaborazioni con musicisti di alto rango del jazz europeo. La sua più recente creazione è il quartetto Niwas con Giampiero Fronte ai fiati, Salvo Scucces al vibrafono ed Emanuele Primavera alla batteria. A loro si unirà la vocalist Mara Marzana parte integrante del progetto «Urban Lullaby». Echi della scena jazz newyorkese, suoni e ritmi mediterranei, sono l’essenza di un progetto che nell’immediato futuro sarà anche un cd.

Arriverà poi il già citato batterista Emanuele Primavera che tornerà al Convivio, di Via Rocciola Scrofani a Modica, il prossimo 26 marzo, questa volta da leader di un quartetto che comprende il chitarrista Fabrizio Brusca, il contrabbassista Carmelo Venuto e l’estroso pianista Seby Burgio. Un songbook di composizioni originali dello stesso Primavera, ispirate alla tradizione jazz, arricchito di invenzioni sonore in continua evoluzione per una serata che si preannuncia di grande interesse. In piena stagione primaverile, il 10 aprile, tornerà anche Stefano Maltese, per l’occasione in trio con Alessandro Nobile e Antonio Moncada, a deliziarci con la sua personale concezione del jazz contemporaneo ricco di contaminazioni varie. L’altro evento in programma è datato 24 aprile e vedrà protagonista un quintetto di musicisti iblei guidati dal sassofonista Giampiero Fronte. Sono: Sergio Battaglia al sax tenore, Carmelo Rendo al pianoforte, Maurizio Mancarella al basso e Peppe Scucces, l’altra anima di questa manifestazione e del Convivio Jazz Factory, alla batteria.

Sono insieme dallo scorso anno ma ognuno di loro porta nell’ambito del gruppo svariate esperienze accumulate con costanza e passione. La sintesi di tutto questo si traduce in un’espressività sfaccettata e intrigante. Gli ultimi due appuntamenti sono fissati per l’8 maggio con il Choice Trio di Roberto Barni, batterista e pluristrumentista modicano, che sarà coadiuvato da Massimiliano Gintoli al contrabbasso e da Sergio Battaglia al sax tenore e il 22 maggio, quando a concludere la stagione arriverà il Maurizio Agosta Funky Quintet con lo stesso Agosta alla tromba, Marco Caruso al sax alto, Alessandro Salsetta al pianoforte, Giampiero Scifo al basso elettrico e Marcello Arrabito alla batteria con un’accattivante e coinvolgente ventata di funky jazz. Ci auguriamo di ritrovarvi numerosi a condividere queste serate dedicate alla musica jazz.

Ha collaborato Giuseppe Mavilla