Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 868
CHIARAMONTE GULFI - 29/07/2011
Cultura - Il gran galà di ferragosto ai giardini comunali

Chiaramonte "Senzatempo" per una notte magica

Lungo il viale d’ingresso alla Villa stazionava per ore il «popolo» che si lasciava incantare da donne leggiadre e disinvolte, con addosso abiti mai visti

Quando in Provincia gli appuntamenti mondani si contavano nella dita di una mano, il gran galà di ferragosto, ai giardini comunali, imperava. Era e lo è ancora la festa per eccellenza del bel mondo. Di tanta bella gente che arrivava da ogni angolo della Sicilia. Uno scintillio di abiti da sera che ancor oggi si ricorda e si tramanda. Erano gli anni ’50 e ’60 e tutto a Chiaramonte Gulfi ruotava attorno a questo grande evento. Su quei vialetti e sulla pista da ballo si sono creati e dissolti amori. Si sono perpetuate storie di un mondo che non era alla portata di tutti.

Lungo il viale d’ingresso alla Villa stazionava per ore il «popolo» che si lasciava incantare da donne leggiadre e disinvolte, con addosso abiti mai visti. Questo, in estrema sintesi è il ballo di ferragosto alla villa comunale che ha incantato anche il grande Gesualdo Bufalino che nel libro «Argo il Cieco» ha rivissuto e rivisitato la sua giovinezza e le tante emozioni che si è portato dentro. Ancor oggi ogni notte di ferragosto si rinnova quel fasto, ovviamente con le dovute variabili del tempo. Quest’anno, come sempre, i giardini comunali, tirati a lustro, ospiteranno tanta bella gente di ogni età. Per una notte d’incanto e magica.

Ma ora è tempo di ricordi, anzi di una rievocazione in chiave nostalgica, di una amarcord, insomma. A ridare lucentezza a quel passato ci ha pensato Giovanni Bertucci con la sua famiglia che ha dedicato, per i tipi dell’Associazione Culturale la Coppola, il quinto numero di «Senzatempo» a questa festa, ai personaggi che si sono avvicendati, ai tantissimi artisti che hanno animato quelle serate che, per tradizione, si chiudono con i primi bagliori del nuovo giorno.

Proprio venerdì 29 luglio con inizio alla ore 21, una parte di quei protagonisti si ritroverà alla Villa comunale per parlare e narrare quei tempi, per far rivivere la musica di tante stagioni fa. Quello che si annuncia, con la presentazione in grande stile della rivista, è una serata da ricordare, che si avvale del patrocinio del Comune di Chiaramonte Gulfi, alla quale parteciperanno Gianluca Abbate (pianista), Vito Calabrese (1^ tromba alla Scala di Milano), Giuseppe Mercorillo (trombettista che attualmente collabora con la Banda Pontificia), Giuliana Cascone (talento canoro con diverse partecipazioni a serata di RAI 1), Giorgio Sparacino (attore). La conduzione è stata affidata a Sergio Calabrese, noto giornalista della Rai, collaborato da Daniela Lucifora.

Alla serata parteciperà anche il mitico Nino Lombardo, che per tanti anni ha «frequentato», con le sue orchestre e la sua indiscussa classe di pianista sopra le righe, la Villa Comunale.

Nel corso della serata si svolgerà anche una sfilata di abiti di alta classe degli anni ’50 e ’60. Al termine della sfilata una giuria, presieduta dal maestro Nino Lombardo, assegnerà il premio «Moda Senzatempo 2011».


informazione
08/08/2011 | 17.35.27
lio maria luisa

vorrei delle informazioni sulla cena del gran galà e a chi ci possiamo rivolgere per eventuale prenotazione